Ancora pochi giorni per iscriversi al premio d’arte e cultura “Città del Tubenna”.


Scade il 31 luglio, infatti, il bando del Premio organizzato nell’ambito del concerto sotto le stelle che si tiene, ormai da quindici anni, la notte di San Lorenzo, 10 agosto, sul monte Tubenna. 
La partecipazione al concorso è libera e gratuita per autori di poesie, racconti, saggi, pubblicazioni, articoli giornalistici, opere ed immagini figurative e non. 
Ad ogni partecipante è consentito presentare massimo tre opere per ognuna delle quattro sezioni: Poesia, Narrativa/Saggistica, Giornalismo, Arte & Immagini.   
Partecipare è facile, basta inviare entro il 31 luglio via e-mail a prolocosanmango@gmail.com , in word/pdf, l’iscrizione con allegate copie di opere letterarie e pubblicazioni, servizi giornalistici, opere ed immagini artistiche.  
Tra tutte le opere pervenute, saranno selezionate quelle che accederanno alla fase finale del premio che si terrà il 10 e 11 agosto sul panoramico pianoro del monte Tubenna in Castiglione del Genovesi, in una due giorni all’insegna dell’arte, della cultura, della musica, della gastronomia, delle bellezze ambientali e del buon vivere. 
L’evento, denominata quest’anno “Itineriamoci a Tubenna”, è  organizzato dalla Pro Loco di San Mango Piemonte in condivisione con la Pro Loco Castiglionese, sotto l’egida del comune di Castiglione del Genovesi, con l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione del contesto artistico, culturale e turistico dell’area intercomunale circostante il Tubenna, un monte che per le sue caratteristiche e le sue risorse riveste un notevole interesse naturalistico e paesaggistico.   
Ogni altra informazione e notizia è reperibile sul sito web: www.prolocosanmango.it , sulla pagina facebook: https://www.facebook.comgroups/258607984909501/  e/o richiederle al numero whatsapp: 392 356 3877.

L’Associazione Angela Serra di Salerno presenta il progetto “La Taverna di AliSa: alimentazione e salute” dedicato a Claudio Centanni.


Venerdì 6 luglio 2018, alle ore 9.30, nel salone Bottiglieri della Provincia, conferenza stampa di presentazione del progetto a cura di Arturo Iannelli, responsabile della sezione salernitana "Laura Basile"della associazione avente per finalità la ricerca sul cancro. La taverna di AliSa vuole essere il luogo reale di incontro per il potenziamento delle conoscenze individuali volte a favorire le buone pratiche a tutela della salute attraverso la sensibilizzazione alla prevenzione (oncologica) ed alla diagnosi precoce. 
L'Associaizone Angela Serra di Serra, grazie alla concessione di alcuni locali da parte della Provincia di Salerno, e sostenuta dai tanti volontari, cittadini, pazienti, si è fatta carico delle spese di progettazione, ristrutturazione, allestimento e acquisto di nuovi arredi e attrezzature per poter finalmente inaugurare un ambulatorio permanente per controlli specialisti gratuiti e una “Taverna della salute” per corsi di cucina naturale dedicati a pazienti oncologici e non.
Alla conferenza interverranno per un saluto Francesco Picarone, Presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, Vincenzo Napoli Sindaco del Comune di Salerno, Giuseppe Longo Direttore Generale A.O.U. di Salerno, Elisabetta Barone Dirigente Scolastico Liceo Statale “Alfano I” di Salerno, Marina Camboni Direttore Generale ERFAP UIL Campania, Don Francesco Corralluzzo Parroco della Parrocchia del Volto Santo, Silvia Guarino Comitato di Coordinamento Ass. Angela Serra Salerno; mentre l’apertura dei lavori sarà affidata al Presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, a seguire Arturo Iannelli, Responsabile dell’Angela Serra di Salerno, presenterà il progetto, concluderà i lavori il prof. Massimo Federico, Ordinario di Oncologia Medica - Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e di Sanità Pubblica dell’Università di Modena e Reggio Emilia, nonché Presidente Nazionale Ass. Angela Serra.
Alle 16.30 ci sarà l’inaugurazione della nuova struttura, con taglio del nastro e benedizione  c/o la sede amministrativa della nostra Associazione, via Vincenzo Loria, 24 – Pastena (SA), al termine un piccolo buffet a cura del Giardino dei Golosi.



Secondo appuntamento di "Teatri in Blu" il 6 e 7 luglio a bordo della tonnara Maria Antonietta di Cetara.

La rassegna teatrale in mare ideata e diretta da Vincenzo Albano ed organizzata dall’associazione culturale Erre Teatro, in sinergia con il Comune di Cetara, propone per la seconda edizione uno spettacolo teatrale a bordo della tonnara Maria Antonietta. Per l'occasione sulla motonave trasformata in palcoscenico, la compagnia teatrale leccese Principio Attivo Teatro porta in scena "Digiunando davanti al mare", un racconto su Danilo Dolci, progetto di Giuseppe Semeraro, drammaturgia Francesco Niccolini, con Giuseppe Semeraro e regia Francesco Saccomanno. .
Scrive Semeraro: "La figura di Danilo Dolci sfugge a qualsiasi tentativo di classificazione: poeta, intellettuale, pedagogo. Dopo un breve viaggio in Sicilia decide di ritornarci e di mettersi al fianco degli ultimi, dei diseredati, dei banditi come li chiamava lui stesso. Negli anni cinquanta organizza e promuove tantissime manifestazioni e scioperi in difesa dei diritti dei contadini, dei pescatori, dei disoccupati. Il suo attivismo gli valse due candidature a premio Nobel per la pace e il riconoscimento a livello internazionale del suo operare. Sempre in quegli anni con i contadini progetta e realizza una radio clandestina, un asilo, una diga, l'università popolare insieme a tanti progetti culturali. Quello che più mi interessa in questa figura sono le sue qualità umane, il suo grande potere comunicativo e soprattutto la fiducia che sapeva spargere attorno a sé. Qualità che gli permisero di creare un grande movimento popolare che sfociò nel grande “Sciopero alla rovescia”; manifestazione che rivendicava il fatto che dei disoccupati per protesta andavano a lavorare rendendosi utili in lavori per la collettività. Danilo Dolci voleva, con i disoccupati Siciliani, ricordare all'Italia intera che per la Costituzione Italiana il lavoro è un diritto ma anche un dovere se questo lavoro ha un’utilità pubblica. Durante la manifestazione Danilo Dolci fu arrestato assieme ad alcuni collaboratori, ne segui un processo che segnò un profondo spartiacque nell'Italia del dopoguerra".



TONNARA MARIA ANTONIETTA
Porto di CETARA (SA)
7/8 luglio 2018 | imbarco ore 21.00 

euro 30.00 | Prenotazione obbligatoria a info@erreteatro.it - 329 4022021. Posti limitati.

NB: il biglietto è onnicomprensivo di cena degustazione finale, a bordo della motonave e ticket parcheggio per il giorno di spettacolo (parcheggio gratuito, ma non riservato; con la prenotazione sarà rilasciato via mail un ticket stampabile autonomamente, valido dalle ore 20 del giorno di spettacolo, alle ore 01.00.
 

Premio d’Arte e Cultura “Città del Tubenna”, iscrizioni entro il 31 luglio.

Sei autore di poesie? di racconti, saggi o altra pubblicazione letteraria? scrivi articoli giornalistici di buona divulgazione del patrimonio immateriale e materiale di un territorio? oppure sei pittore, fotografo, scultore, insomma un artista dell’immagine figurativa e non? Partecipa al Premio d’Arte e Cultura Città del Tubenna.
Per qualsiasi informazione ed evenienza:
sito web: www.prolocosanmango.it  e-mail: prolocosanmango@gmail.com     whatsapp: 392 356 3877
facebook:  https://www.facebook.com/groups/258607984909501/

Il Premio d’Arte e Cultura “Città del Tubenna” si pone l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione del contesto artistico, culturale e turistico dell’area intercomunale circostante il Tubenna, un monte che per le sue caratteristiche e le sue risorse riveste un notevole interesse naturalistico e paesaggistico.
Il concorso è organizzato dalla Pro Loco di San Mango Piemonte, con la collaborazione della Pro Loco di Castiglione del Genovesi ed il patrocinio degli enti territoriali.
Regolamento
Art. 1 – Il concorso si articola nelle seguenti sezioni: Poesia, Publicazione, Giornalismo, Arti figurative.  Al concorso possono partecipare tutti, di qualsiasi nazionalità, sesso e religione.
Art. 2 – Alla sezione Poesia si partecipa con massimo tre opere poetiche, in italiano o vernacolo, a tema libero.  Le opere, edite o inedite, devono essere di esclusiva ideazione del partecipante.
Art. 3 – Alla sezione Pubblicazione si partecipa con qualsiasi opera, edita o inedita, scritta in prosa, racconto, romanzo, novella, raccolta di poesie in lingua e/o dialetto, opera di saggistica, e comunque qualsiasi opera che presenti un qualunque carattere e/o forma letterario.
Art. 4 – Alla sezione Giornalismo sono ammessi  articoli giornalistici aventi a tema la buona divulgazione  di un territorio e del suo patrimonio immateriale e materiale.  Ad ogni partecipante è consentito presentare al massimo tre articoli, ognuno dei quali deve rispettare la modalità di taglio, formato e stile giornalistico.
Art. 5 – Alle sezione Arti figurative  è possibile presentare qualsiasi opera di disegno, dipinto, litografia, scultura, immagine fotografica e/o stampa originale, e comunque qualsiasi opera che presenti un qualunque carattere e/o forma di arte figurativa e/o di immagine, anche se qui non specificata. Ogni  partecipante può presentare fino a tre opere di formato massimo cadauna non superiore a cm.100 per lato.
Art. 6 –  Per partecipare al concorso nelle sezioni Poesia, Pubblicazioni e  Giornalismo, occorre inviare via e-mail a prolocosanmango@gmail.com le opere letterarie entro e non oltre il 31 luglio 2018, farà fede la data nell’intestazione della e-mail.  Tra tutte le opere pervenute entro la data indicata, saranno selezionate quelle che saranno presentate nella fase finale del premio al gradimento del pubblico e della giuria.
Art. 7 –  Per partecipare al concorso nella sezione Arti figurative, occorre inviare una immagine per ogni opera artistica via  e-mail a prolocosanmango@gmail.com  in formato jpeg non superiore a 10M, entro e non oltre il 31 luglio 2018, farà fede la nell’intestazione della e-mail.
Art. 8 – Tutte le immagini pervenute a concorso nella sezione Arti figurative saranno oggetto di una preselezione delle opere artistiche che gli autori dovranno esporre in originale nelle fasi finali del premio al gradimento del pubblico e della giuria. Trasporto, custodia ed esposizione sono a carico dell’autore partecipante.
Art. 9 – Ogni opera letteraria o artistica a concorso dovrà essere accompagnata dalla seguente dichiarazione firmata: “Io sottoscritto/a …, codice fiscale …, dichiaro che l’opera letteraria o artistica dal titolo …, inviata a concorrere al Premio d’Arte e Cultura “Città del Tubenna”, anno 2018, è esclusivamente frutto del mio ingegno, inedita o già edita, mai premiata o già premiata in precedenti concorsi.”
Art. 10 – Ogni partecipante deve inviare le opere a concorso corredate dalla dichiarazione di cui sopra unitamente alle proprie generalità (nome, cognome, indirizzo di residenza, numero di telefono fisso e mobile, casella e-mail), l’indicazione della sezione o delle sezioni per le quali si concorre. Di La mancanza dei dati richiesti è causa di esclusione dal concorso.
Art. 11- Le fasi finali del premio si terranno il 10 ed 11 agosto 2018, dalle ore 19.00 alle ore 23.00,  nel medioevale cortile della antica Abazia di Tobenna, intervallate da momenti musicali e gastronomici sul circostante panoramico pianoro del monte Tubenna, sito in territorio comunale di Castiglione del Genovesi, con la partecipazione di autorità civili e religiose, nonché di esimi personaggi dell’arte e della cultura.
Art. 12 – I nominativi dei membri componenti della giuria, il cui operato è inappellabile e insindacabile, saranno resi noti in sede di premiazione. I vincitori del concorso saranno avvisati telefonicamente o con e-mail a cura della organizzazione.
Art. 13 – I premi in palio per le quattro sezioni consistono in oggetti artistici, coppe, targhe, medaglie, diplomi e riconoscimenti o ricordi di valore simbolico, oltre a segnalazioni e riconoscimenti che verranno stabiliti con decisioni della Giuria. L’organizzazione si riserva inoltre di assegnare ulteriori premi ad artisti meritevoli, e una pergamena di partecipazione a tutti i concorrenti
Art. 14 – I partecipanti che non potranno essere presenti, possono delegare un’altra persona per il ritiro del premio, nonché il ritiro dell’opera artistica in originale fornita in esposizione.  Le opere possono essere ritirate dal concorrente o da persona delegata, alla conclusione della cerimonia di premiazione. In mancanza è possibile ritirare premio,  ed eventuale opere artistiche, nella sede della Pro Loco San Mango Piemonte  entro il 10 settembre 2018. Oltre tale data l’organizzazione non dovrà più nulla a chicchessia per quanto attiene premi ed opere poste a concorso.
Art. 15 – Gli organizzatore del Premio d’Arte e Cultura “Città del Tubenna”, pur garantendo la massima cura delle opere in concorso, non assume nessuna responsabilità, sia durante il trasporto che durante la manifestazione, per danni o furto delle stesse, esonerandosi da qualsiasi responsabilità.
Art. 16 – Il programma della manifestazione per cause non dipendenti dall’organizzazione potrebbe avere delle variazioni riguardante il luogo di svolgimento della mostra e della cerimonia di premiazione, il giorno e gli orari, in tal caso tutti i partecipanti saranno avvisati telefonicamente o con e-mail dalla segreteria.
Art. 17 – L’organizzazione si riserva di pubblicare tutte le opere partecipanti al concorso , a proprio insindacabile giudizio, nella eventuale antologia redatta appositamente per il concorso (se sarà realizzata), su quotidiani, riviste e siti internet per la divulgazione.
Art. 18 – La partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata di tutte le norme contenute nel presente regolamento.

Attivato il collegamento via mare da Bacoli a Sapri con fermate i diversi porti costieri.


Aperte le vie del mare con un servizio estivo operativo per tutta l’estate da Napoli verso la Costiera Cilentana, Salerno, la Costiera Amalfitana, le aree Flegree e Vesuviane e l’isola di Capri.
I servizi marittimi collegheranno 19 località della costa campana con navi veloci a un prezzo, da Napoli, di 16 euro: si va da Bacoli a Sapri, passando per Pozzuoli, Capri, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Seiano, Sorrento, Positano, Amalfi, Salerno, e poi in Cilento, fino ad Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casalvelino, Pisciotta, Palinuro, Camerota e Sapri.
Le rotte sono diverse tra i gorni feriali e i week-end, il programma completo è sul sito wwww.alilauro.it.
“L’obiettivo fissato – spiega Salvatore Lauro, armatore e presidente di VolaViaMare – è non solo di incrementare i flussi turistici rendendo più agevole il trasferimento via mare, ma soprattutto, quello di rendere maggiormente competitiva l’offerta turistica degli operatori su scala nazionale. Lo sfruttamento delle vie del mare, per una mobilità più agevole, veloce, sicura e di minore impatto ambientale è una strada che da anni il gruppo Lauro persegue e che auspica possa trasformarsi da semplice esperimento estivo a stabile proposta di mobilità in grado di soddisfare le esigenze della collettività”.
Due le linee. Cilento Blu, dedicata maggiormente alle località balneari, e Archeolinea che punta sul turismo culturale quest’anno include anche lo scalo di Seiano.
“I vantaggi dell’inserimento dello scalo di Seiano – spiega Salvatore Di Leva amministratore delegato di Alicost – sono misurabili anche in termini di riduzione dei tempi e dei costi di spostamento, in quanto si è stimato che per spostarsi da Napoli a Positano sfruttando le vie del mare si risparmiano fino a 100 minuti (nelle ore di traffico intenso) abbattendo di oltre il 40% i costi e contribuendo a salvaguardare l’integrità di luoghi che per la loro stessa architettura non possono ospitare un traffico veicolare eccessivo”.
Le navi scelte per il servizio, spiegano da Alilauro, sono state scelte anche per dare la possibilità ai viaggiatori durante la navigazione di ammirare dai ponti esterni il paesaggio.
Tra le novità anche la possibilità di portare a bordo le biciclette per incentivare il cicloturismo.