martedì 6 dicembre 2016

San Mango Piemonte: posa della prima pietra del nuovo impianto sportivo.



Alle ore 12 di mercoledì 7 dicembre il sindaco Alessandro Rizzo, alla presenza degli amministratori comunali e dei rappresentanti delle associazioni sportive locali, presenzierà la cerimonia di posa della prima pietra ed inizio lavori del nuovo impianto sportivo comunale.  
Dopo anni di annunci e ritardi, si concretizza un progetto partito nel lontano 1989 con un primo finanziamento di circa 300milioni assegnato dalla Regione Campania con i residui attivi di bilancio anni precedenti. Da allora ad oggi il progetto è stato oggetto di modifiche ed integrazioni da parte di tutte le amministrazioni che si sono succedute, da quella guidata dal sindaco Camillo Alfinito, a quella di Elio Sguazzo e Gaetano Napoletano, fino all’attuale sindaco Rizzo.
La nuova opera, progettata dall’architetto Gambone, sarà realizzata in due fasi nell’area sportiva di piano, accanto all’impianto della esistente palestra comunale, con finanziamenti dell’Istituto per il Credito Sportivo. La prima fase, impegnerà  l’impresa aggiudicataria ICM di Castel San Giorgio nei lavori di realizzazione, per circa 300mila euro, del campo di gioco e del blocco spogliatoi. Entro agosto 2017 è prevista la consegna dei lavori del primo stralcio del campo sportivo. Dopodiché si proseguirà con la seconda fase che prevede  la realizzazione e sistemazione dell’area parcheggio a utilità dell’intera area sportiva che, con due impianti, consentirà a tanti giovani di disporre di strutture moderne ed adeguate  alla pratica sportiva, non solo nel senso agonistico, ma anche come elemento di crescita umana e come promozione turistica. 
Si spera che a questi interventi possa seguire anche la realizzazione di un impianto pubblico per fare e promuovere cultura. 



NICOLA VITOLO

martedì 29 novembre 2016

Premiati i vincitori del concorso al miglior orto familiare promosso dalla Pro Loco di San Mango Piemonte nell'ambito dell'evento gustannurca.



E' Francesco Noschese il vincitore della prima edizione di un premio nato con l’obiettivo di favorire la diffusione di orti familiari valorizzandone tradizione e utilità per la riqualificazione territoriale ed il recupero di spazi incolti e di produzioni tipiche.
La cerimonia di premiazione si è tenuta nell’ambito dell’evento “gustannurca” svoltosi domenica scorsa a San Mango Piemonte, presso la Tenuta d’Amore.
L’iniziativa del concorso degli orti familiari ha suscito un inaspettato quanto gradito successo, tanto che le segnalazioni di orti condotti da appassionati coltivatori per il proprio fabbisogno sono pervenute non solo da San Mango Piemonte, ma anche dai diversi comuni di appartenenza del CoPIS  (Consorzio Pro Loco Comprensorio Salerno Picentini Irno Sele) che ne ha condiviso progettualità ed obiettivi.
La classifica finale degli orti segnalati a concorso è stata stilata da una giuria che, nell’esaminare le immagini presentate a testimonianza dello stato di coltivazione delle produzioni in orto, ha espresso valutazione,da 1 a 10, per essenzialità, produttività, varietà, tipicità, ambientazione, esteticità e fantasia. L’originalità dell’orto familiare condotto da Franco Noschese, pensionato di San Mango Piemonte, ha raggiunto il punteggio più alto, guadagnandosi il primo premio consistente in un buono acquisto di prodotti per l’orto del valore di euro 100,00 spendibile presso l’azienda vivaistica di Michelina Pironti di San Cipriano Picentino. Con un punteggio di poco inferiore, il secondo premio, un buono acquisto di 70,00 euro, è stato consegnato a Domenico Di Mira, insegnante in pensione di Giffoni Valle Piana. Assegnato anche un premio speciale, una mela in ceramica di Capodimonte contenente liquore di mela annurca, al coltivatore d’orto familiare in concorso più anziano, Antonio Milione, un ex ferroviere novantenne. Un attestato di partecipazione al premio è stato consegnato a tutti i presenti alla cerimonia di premiazione.
L’ottimo interesse suscitato dal premio alla sua prima edizione ha già buttato le basi per la indizione del nuovo bando di concorso che sarà pubblicato entro marzo prossimo. Con i motti “Coltivare un orto nutre il corpo ma anche l’anima” e “Gli orti rappresentano la storia degli uomini ed il cuore pulsante dell’identità territoriale”, l’iniziativa degli orti promossa dalla Pro Loco di San Mango Piemonte, in condivisione con il CoPIS, il patrocinio del Comitato Provinciale UNPLI Salerno, del ProfAgri Salerno e del comune di San Mango Piemonte, mira a valorizzare la tradizione della gestione degli orti , il rapporto degli abitanti con la natura, promuovere stili di vita rispettosi dell'equilibrio uomo-ambiente-cibo, apprezzare pratiche sostenibili che rivestono grande utilità sociale e generano benessere psico-fisico, sensibilizzare al recupero ed alla riqualificazione di spazi incrementandone l’efficienza e migliorandone l’estetica.     

NICOLA VITOLO


venerdì 25 novembre 2016

MelaDay a San Mango Piemonte, festa di sapori all'annurca e saperi rurali organizzata dalla Pro Loco.

Tutto è pronto per il giorno della mela,  che si terrà domenica 27 novembre a San Mango Piemonte.  Il MelaDay è una iniziativa di “Gustannurca”, evento che la Pro Loco di San Mango Piemonte promuove a tutela e valorizzazione delle eccellenze agroalimentari picentine, dalla mela annurca alle altre risorse tipiche territoriali, espressioni di qualità della nostra identità culturale ed ambientale, ingredienti base per una sana e corretta alimentazione ed uno stile di vita più responsabile e naturale.
La manifestazione avrà inizio alle ore 11 con uno spettacolo popolare itinerante nel centro del paese, proseguirà, poi, fino alle ore 21.00, presso la Tenuta d’Amore dove si proporranno un mix di attività e momenti artigianali, ludici, folcloristici, gastronomici che all'unisono mirano a promozionare il colmo paniere delle eccellenze locali e promuovere una offerta turistica territoriale utile a valorizzare ed indirizzare un futuribile sviluppo.
Per celebrare la mela annurca e le altre risorse picentine saranno presenti stands informativi e degustativi, laboratori, mostre ed una anteprima espositiva della XXI Mostra Internazionale d'Arte Presepiale di Giffoni Valle Piana che dal 1 Dicembre 2016 all'8 Gennaio 2017 ha in esposizione opere presepiali provenienti dalla Francia (Provenza), dalla Sicilia (Caltagirone) oltre ad una ampia esposizione dei tradizionali presepi campani.
Ci sarà il gruppo artigianale degli "Angeli Creativi" con laboratori artigianiali dove i visitatori possono scoprire la creativa manualtà e la perfetta conoscenza del materiale di lavoro da cui creare oggettistica da decoro e utilità di rurale bellezza.
Presente al melady di "gustannurca" anche uno stand di Nature Express, la campagna a casa tua con le mamme imprenditrici. Una start-up giovane nata come una storia di ritorno in campagna per garantire in primis ai propri figli cibo sano, fresco, genuino, non contaminato, oltrechè di sviluppare un consumo consapevole dei prodotti agroalimentari, valorizzando e promuovendo in primis le risorse agroalimentari del territorio picentino e salernitano.
In esposizione anche prodotti di un collettivo di ricerca "Rural Hub",  primo luogo, fisico e virtuale, che mette in connessione e consente lo scambio e la condivisione tra persone, idee e progetti dell’innovazione sociale applicata alla ruralità, che può offrire realmente servizi per innescare un rinnovamento imprenditoriale anche nel settore agroalimentare.
E non finisce qui.
Grazie al gemellaggio con la Pro Loco di Ortodonico ci sarà anche la prelibatosa torta "melafico", i fichi bianchi del cilento ed in mostra strumenti musicali del laboratorio di liuteria "fratelli De Luccia" che recupera e ricostruisce la tradizione musicale cilentana.
 
Non mancheranno, nemmeno, i gustosi succhi di mela annurca nati dal fruttuoso protocollo d'intesa tra la Pro Loco e il ProfAgri di Salerno, l'unico istituto scolastico in Campania ad occuparsi di agricoltura,  che forma gli agrotecnici del futuro e che produce anche vini di pregio come "Capoclasse", un fiano bianco, e "Penna Rossa" un aglianico a tutto tondo.

Ma a farla da padrona sarà sempre la mela annurca con le sue diverse degustazioni, i suoi tanti significati e simbolismi, i suoi decisi sapori e rurali saperi.

Si sussegueranno anche altri momenti che richiamano le altre iniziative di "gustannurca", quali: "MelaRenda", la mela a merenda, attività di sensibillizzazione, soprattutto tra i bambini delle scuole elementari,  verso una alimentazione sana e corretta favorendo il consumo di frutta stagionale e locale; “MelaGiro" escursioni turistica in luoghi di produzioni tipiche ed interscambi socio-culturali territoriali finalizzati a dare impulso alla produzione ed alla distribuzione della tipicità locali, e ad assumere stili di vita più salutari; "MelArté", attività artistiche che mettono in mostra, attraverso l’arte in ogni sua espressione, le tipicità e le usanze rurali del territorio, assicurandone così continuità e memoria.

Alle 17,00 si terrà anche la premiazione del concorso "Premio al miglior orto familiare" che ha l'obiettivo di valorizzare la tradizione della gestione degli orti ed il rapporto degli abitanti con la natura, promuovere stili di vita rispettosi dell'equilibrio uomo-ambiente-cibo, apprezzare pratiche sostenibili che rivestono grande utilità sociale e generano benessere psico-fisico, sensibilizzare al recupero ed alla riqualificazione di spazi incrementandone l’efficienza e migliorandone l’estetica. 
 
Seguirà alle ore 18.30 la presentazione degli ambiti operativi del Consorzio delle Pro Loco del comprensorio Picentini Irno Sele Salerno ad opera dei presidenti delle venti associazioni consorziate. 
I visitatori possono pranzare e/o cenare con un menù tipico a base di mela annurca.  
La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco di San Mango Piemonte, patrocinata dal Comune di San Mango Piemonte, dal ProfAgri di Salerno e dal Comitato Provinciale UNPLI di Salerno.  

 
Official sponsor di "gustannurca" è la "Antonio Amato di Salerno".     






nicolavitolo

venerdì 18 novembre 2016

A San Mango emanate nuove norme per la tenuta e la conduzione dei cani nei luoghi pubblici: dalla pulizia “cacche” al passeggio in pubblico.


Con l'ordinanza n.11 del 17/11/2016 il sindaco Alessandro Rizzo ha voluto disciplinare la gestione dei cani in spazi aperti al pubblico ed il decoro urbano. La regolamentazione si è resa necessaria a seguito delle numerose lamentele di cittadini pervenute all'amministrazione comunale e del diffuso malcostume tenuto da alcuni proprietari che conducono i cani a fare i loro bisogni su aree pubbliche, senza guinzaglio e museruola, lasciando abbandonate su marciapiedi, aiuole e suoli pubblici le deiezioni, arrecando in tal modo grave pregiudizio al decoro urbano e causando rischi alla salute dei cittadini e degli animali.  
Il dispositivo sindacale, emesso sulla scorta dell’ Ordinanza del Ministero della salute del 13 luglio 2016, pubblicata sulla G.U. Serie Generale n. 209 del 09 settembre 2016, arricchisce e meglio qualifica l'azione rispetto dell'ambiente, della convinvenza civile e degli animali di compagnia, amici importanti di grandi, piccoli e anziani. Si richiamano i propietari di cani ad utilizzare museruola e guinzaglio di una lunghezza non  superiore a 1,50 metri, a stipulare polizza di assicurazione rischi civili, a gestire l'animale correttamente, a non condurli nelle aree attrezzate a gioco per bambini.  Si impone, altresì, la detenzione di idonei strumenti di pulizia per la raccolta immediata delle feci canine  nelle zone non pavimentate, nelle aiuole e aree in cui è consentito l'accesso, ed il deposito dei sacchetti chiusi nei contenitori destinati alla raccolta della frazione di rifiuto secco indifferenziato.
Fatta la legge ora occorre osservarla.
«Mi auguro di poter contare sul senso civico dei cittadini e sulla buona educazione dei sanmanghesi proprietari di cani – afferma il sindaco Rizzo – il tutto per raggiungere un livello più soddisfacente di convivenza civile e, soprattutto, per la tutela del decoro e dell’igiene delle aree pubbliche».


Nicola Vitolo