Il Coordinamento dei Piani di Zona scrive al Prefetto e al Presidente della Repubblica. Il dramma di 200.000 famiglie in Campania.

Dopo il “presidio di Santa Lucia” (il giorno 13 dicembre, Santa Lucia, presso la Sede della Presidenza della Regione, a Santa Lucia, Napoli), l’impegno del Coordinamento regionale dei Piani Sociali di Zona prosegue con maggiore determinazione. Al momento, dopo l’incontro con il capo segreteria del Presidente Caldoro, dott. Santangelo, non c’è stata, da parte della Regione, alcuna risposta in merito ai gravi e delicati problemi del Welfare regionale. Pertanto, il Coordinamento dei Piani Sociali di Zona ha deciso di sottoporre la questione ai Prefetti delle Province Campane e al Ministro delle Politiche Sociali, Elsa Fornero, informando il Presidente della Repubblica, Onorevole Giorgio Napoletano. Cresce, infatti, il disagio delle fasce deboli della popolazione campana rispetto ai servizi essenziali da garantire alle stesse. Dal primo gennaio 2013 non c’è alcuna copertura finanziaria per l’assistenza alle persone non autosufficienti, per il pagamento delle rette alle strutture residenziali che accolgono i minori tribunalizzati, per l’assistenza specialistica agli alunni con disabilità, per il trasporto sociale. In tale contesto, i servizi essenziali, per forza maggiore, saranno automaticamente interrotti. In molti casi, ancora si attendono i fondi che pur sono stati assegnati dal Governo alla Regione e che la stessa non ha ancora trasferiti ai Piani di Zona per l’anno 2012. In qualche caso, si fa riferimento anche a fondi relativi all’anno 2011. A fronte di ciò, manca il Piano Sociale Regionale per il prossimo triennio 2013/2015. A ciò si aggiunge anche il rischio di tensioni sociali, per l’impossibilità di garantire i contratti lavorativi a circa 7. 000 operatori che in Campania, a diversi livelli, nel privato sociale e attraverso gli organismi pubblici, sono impegnati ad assicurare le fondamentali prestazioni a 200.000 famiglie, le quali saranno private della necessaria assistenza.“Continuiamo ad affermare, dichiarano i promotori del Coordinamento, Aniello Landi, Portavoce dello stesso, e Cristina Nicoletti, Dirigente Ufficio di Piano S2, che salta drammaticamente il sistema del Welfare nella nostra Regione. Perciò, abbiamo invitato tutte le istituzioni, a cominciare dai Sindaci, a farsi carico di un’ azione di responsabilità istituzionale”.

Decadenza del Welfare in Campania

Martedì 11 dicembre p.v. , alle ore 10. 30, presso la Sala Giunta della Provincia di Salerno, a cura del Coordinamento Regionale dei Piani Sociali di Zona, Conferenza Stampa sul tema: “Decadenza del Welfare in Campania”. L’occasione sarà utile per sensibilizzare l’opinione pubblica, le autorità istituzionali, le forze sociali, i sindacati, i soggetti del terzo settore e del mondo dell’associazionismo, in ordine all’iniziativa pubblica che si terrà il giorno 13 dicembre a Napoli, dalle 10. 30 alle 13. 30, presso la sede della Presidenza della Regione (Palazzo S. Lucia), al fine di rappresentare lo stato crisi ed il collasso del sistema regionale dei servizi alla persona. Il giorno 13 dicembre dovrà rappresentare non semplicemente un momento di protesta degli operatori, ma un atto di responsabilità civile ed istituzionale, in difesa dei servizi essenziali alla persona. Pertanto, al “presidio di Santa Lucia” sono invitati innanzitutto i Sindaci, primi garanti dei fondamentali diritti sociali delle persone e delle comunità locali. Tra due settimane i Comuni dell’intera Regione chiuderanno le porte ai loro cittadini in materia di assistenza agli anziani, alle persone non autosufficienti, ai soggetti con disabilità nell’impossibilità di garantire, tra l’altro, il servizio trasporto presso i centri di riabilitazione, la copertura finanziaria delle rette per i minori nelle strutture residenziali, l’assistenza specialistica nelle scuole, con il conseguente tracollo dell’economia sociale in una Regione già bloccata sotto il profilo occupazionale e dello sviluppo locale.

Assegnato al Carabiniere Scelto Vincenzo Santamaria il dodicesimo premio “Brig. CC Espedito La Rocca” per essersi particolarmente distinto nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali.

Il singolare premio, consistente in un distinto vassoio argenteo inciso con pergamena firmata ed un artistico piatto di ceramica decorato dal maestro Alessio Tesauro, è stato attribuito, su segnalazione del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno, al militare in servizio alla Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, per l’atto di coraggio in compiuto in Sala Consilina il 5 settembre 2012, allorquando, con altissimo senso del dovere, spiccata umanità, generoso altruismo e sprezzo del pericolo, libero dal servizio e in abiti civili, non esitava ad introdursi all’interno di un’abitazione invasa dalle fiamme e, collaborato da altro cittadino, traeva in salvo tre persone di cui una disabile. Successivamente, munitosi di estintore, rientrava nell’abitazione ove chiudeva il rubinetto di erogazione del gas metano provvedendo a domare le fiamme e scongiurando, così, ben più gravi conseguenze”. Il premio è stato consegnato dagli alunni della scuola elementare “Ortensio Cavallo” di San Mango Piemonte che, sotto la guida delle proprie insegnanti, hanno presentato toccanti e significativi componimenti in onore di questo nuovo esempio di virtù civiche e senso del dovere. La cerimonia di consegna del premio, tenutasi nel pomeriggio di giovedì 6 dicembre nell’aula “Elio Sguazzo” del palazzo municipale di San Mango Piemonte, è stata presenziata dal Sindaco Alessandro Rizzo, dal Cap. Gennaro Iervolino, Comandante la Compagnia Carabinieri di Salerno, dal Ten. Jacopo Giusto, del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Salerno, dal Luogotente Ugo Ronga, della Capitaneria di Porto di Salerno, e dal Sindaco Mario Camillo Sorgente di Castiglione del Genovesi, da Nicola Vitolo, Presidente della Pro Loco di San Mango Piemonte, ente organizzatore della manifestazione. Alla manifestazione sono intervenuti anche i Carabinieri della Stazione di San Cipriano Picentino al comando del Ma.llo Francesco Esposito ed una qualificata e significativa rappresentanza della Associazione Nazionale Carabinieri delle sezioni di Battipaglia e Montecorvino Rovella. Il premio intitolato, ad un militare dell’Arma dei Carabinieri nato a San Mango Piemonte ed insignito di medaglia d'argento al valor militare, è organizzato, sotto l’egida dell’Arma dei Carabinieri, dalla Pro Loco di San Mango Piemonte in collaborazione con il Comune di San Mango Piemonte.
Nel corso della cerimonia e nell’ambito del “Villaggio della Solidarietà e Legalità”, spazio virtuale e documentale in cui le migliori espressioni di questi valori divengono modelli ed esempi di vita per le giovani generazioni, sono stati consegnati attestati di benemerenza per al Luogotenente Vito Di Leo, già comandante della Stazione Carabinieri di San Cipriano Picentino, a “testimonianza dell’opera e dell’impegno prestato nel nostro territorio per garantire sicurezza, legalità e serenità al nostro vivere quotidiano”,
ed al Gen. dei Bersaglieri Camillo Ippolito che”pur collocato a riposo non ha smesso la sua missione di pace all’estero continuando a farsi portatore di solidarietà, generosità e speranza per la gente della Bosnia Herzegovina, oltre a continuare ad offrire, in particolare, un significativo sorriso ai bambini dell’Orfanatrofio Egipat di Sarajevo”.

XII Edizione del Premio "Brig. CC Espedito La Rocca", un premio alla solidarietà ed al senso civico.

Giovedì 6 dicembre si terrà a San Mango Piemonte la dodicesima edizione del premio “Brig. CC Espedito La Rocca”. La manifestazione si terrà alle ore 17.30 nell’aula “Elio Sguazzo” del Comune di San Mango Piemonte con la cerimonia di premiazione del carabiniere, prescelto dal Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Salerno, distintosi nello svolgimento del servizio istituzionale. Il premio intitolato, ad un militare dell’Arma dei Carabinieri nato a San Mango Piemonte ed insignito di medaglia d'argento al valor militare, è organizzato, sotto l’egida dell’Arma dei Carabinieri, dalla Pro Loco di San Mango Piemonte in collaborazione con il Comune di San Mango Piemonte. A dar forza propulsiva al premio è la convinzione che il mondo civile deve dare un segno di riconoscenza a quanti, indossando una divisa, mettono a repentaglio la propria vita al servizio della comunità. Il programma d’attuazione del Premio coinvolge gli alunni delle scuole elementari del territorio che partecipano a questo evento con grande entusiasmo, proponendo anche lavori didattici in cui analizzano, con gli innocenti e sinceri occhi della loro età, la figura del carabiniere e delle forze dell’ordine in genere. E’ un modo anche questo di avvicinarli agli uomini in divisa e dare loro esempi positivi di dovere, senso civico, responsabilità, legalità e solidarietà. Ed ai ragazzi è affidata la consegna dei premi che diviene il momento di maggiore significato della cerimonia nobilitato dalla innocente semplicità dei bambini che, stringendosi in un festoso abbraccio intorno ai carabinieri premiati, offrono agli adulti motivo di orgoglio e speranza. Con l’esaltazione di queste eroiche figure si mira, altresì, alla creazione virtuale e documentale di un “villaggio della solidarietà e della legalità” in cui le migliori espressioni di questi valori divengono modelli ed esempi di vita sui quali modulare la formazione delle giovani generazioni.

E’ illegittimo l’accertamento delle violazioni al codice della strada eseguito dalla Polizia Municipale con dispositivi di controllo elettronico della velocità sulle strade provinciali senza autorizzazione dell’ente proprietario.

L’ha stabilito il Giudice di Pace di Vallo della Lucania, Dott.ssa Adele Totoli con sentenza 372/12 con la quale ha accolto il ricorso presentato da Francesco Plaitano annullando l’ingiunzione del 28/11/2011 emessa dalla Prefettura di Salerno. L’ordinanza era stata emanata dall’Ufficio Territoriale del Governo della Prefettura a seguito del rigetto del ricorso avverso il verbale elevato dalla Polizia Municipale di Ceraso in data 29/05/2011 per violazione dell’art.142 del codice della strada, accertate con dispositivi di controllo elettronico posizionato sulla strada provinciale 430, al km.140 del tratto svincolo Vallo Scalo-Futani. La sentenza finale del Giudice di Pace di Vallo della Lucania è stata accolta con viva soddisfazione da Franco Plaitano che sulla illegittimità dei rilevamenti dei limiti di velocità eseguiti dai vigili urbani con postazioni di autovelox sulle strade provinciale ha, in passato, già promosso ricorsi ed interrogazioni. Difatti, nella sua veste di consigliere comunale di San Mango Piemonte e consigliere nazionale del PRI, Franco Plaitano contestò i verbali per infrazione ai limiti di velocità emessi dalla Polizia Municipale di San Mango Piemonte a seguito di rilevamenti eseguiti con dispositivi automatici sulle strade provinciale n.26 e n.333, senza alcuna delega rilasciata da parte dell’Amministrazione Provinciale di Salerno. Una querelle innescata dalle centinaia di verbali per infrazione ai limiti di velocità elevati dai caschi bianchi di San Mango Piemonte che portò, il già vice sindaco della giunta Sguazzo, a contestare vivamente l’operato del Sindaco pro tempore Gaetano Napoletano, tanto da richiedere l’intervento del Prefetto di Salerno sulla questione, ed a presentare interrogazione, per il tramite del senatore Gaetano Fasolino, all’allora Ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu. “Non solo – chiarisce Franco Plaitano – Ma evidenziando più volte l’eventuale illegittimità contabile connessa alla elevazione di tali verbali per l’iscrizione in bilancio di entrate fittizie pari a 125mila euro, utili all’assestamento del bilancio comunale 2005, approvato dal Consiglio Comunale presieduto dal sindaco Napoletano, si riteneva opportuno, considerato l’illegittimità contabile connessa all’elevazione di centinaia di infrazioni inesigibili, che tutta la materia fosse trasmessa alla Procura della Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica per individuare responsabilità e risarcimento danni causati.” NICOLA VITOLO

Sabato 24 novembre presentazione del libro “Diario di un soldato in missione di pace” del Gen. Camillo Ippolito.

Alla cerimonia, fissata alle ore 19,30 nell’aula consiliare del comune di Bellizzi, interverranno il Sindaco Pino Salvioli, gli assessori Teresina Granese e Massimo Paolini, il consigliere Luigi Maiorano, i dirigenti dell’Associazione Nazionale Sociologi Rita Battinelli e Lucia Zoppi. Alla serata di solidarietà condotta da Alfonso Mariano ha assicurato la sua presenza anche l’On. Edmondo Cirielli, Presidente della IV Commissione Difesa della Camera dei Deputati. Il racconto scritto da Ippolito è la cronaca giornaliera di fatti, avvenimenti e personaggi riportata da un soldato testimone in missione di pace, dal 20 gennaio al 5 luglio 1996, in Bosnia Herzegovina. Un’esperienza toccante per l’allora Maggiore della Brigata Bersaglieri "Garibaldi", che giorno per giorno annotava tutte le attività operative che in qualità di Capo Sala Operativa monitorizzava. Dalle sue annotazione riportate nel libro-diario emerge, in particolare, l’intenso rapporto emotivo che l’autore ha avuto di fronte alle sofferenze che subivano i bambini della Bosnia Erzegovina. “Spesso mi capitava di mettere a confronto ciò che vedevo o di cui venivo a conoscenza con ciò che succedeva a casa, a Salerno, ai miei figli, alla mia famiglia”, rivela il Gen. Ippolito. E continua:”Ho iniziato da subito a confrontare i miei figli in Italia con i bambini che vedevo per strada con abiti stracciati, faccine sporche e infreddolite. Avevano bisogno di tutto a differenza dei miei figli in Italia che volevano la maglietta griffata e non quella verde, volevano mangiare questo e non quello, se avevano fame le brioscine erano lì pronte. I bambini a Sarajevo nel gennaio del 1996 avevano bisogno di tutto, non avevano abiti per vestirsi, molti di loro erano abbandonati a se stessi e avevano fame di qualsiasi cosa, tanto da andare a razzolare là dove i nostri camion scaricavano i rifiuti. Avevano fame davvero.” Colpito dalle tante crudeltà di una guerra assurda, Camillo Ippolito non ha mai smesso la sua missione di pace, cercando solidarietà per gli indifesi attraverso il resoconto delle disumanità belliche. Al fine di offrire un raggio di sole ai bambini spenti nel sorriso dai segni indelebili della guerra, il Generale dei Bersaglieri a riposo Ippolito, devolve tutto il suo compenso di autore all’orfanotrofio “EGIPAT” gestito da suore italiane le “Ancelle del bambin Gesù” nella città di Sarajevo in Bosnia Erzegovina. “I soldi raccolti non sono moltissimi – ammette - ma sicuramente danno un segno tangibile di quella che è la forza dell’amore di noi italiani, di quanto siamo in grado di dare. In sintesi la frase che rende, secondo me, bene l’idea di quello che abbiamo fatto e di ciò che rappresentiamo all’estero è : Le nostre armi vincenti? Una mano a tutti e un sorriso ai bambini”. Nel corso dell’iniziativa di sabato 24 novembre sarà proiettato un video girato dal Generale Ippolito a Serajevo e sarà allestita una mostra d’arte della pittrice Teresa Correnti, presentata dalla poetessa Giulia Maria Barbarulo.

Convocato Consiglio Comunale

Giovedì 22 novembre Consiglio Comunale a San Mango convocato dal sindaco Alessandro Rizzo. Il parlamentino municipale si riunirà alle ore 17 nell’aula “Elio Sguazzo” per discutere su sei argomenti posti all’ordine del giorno. I consiglieri de comune picentino sono chiamati a deliberare sulle modifiche da apportare al regolamento ed alle aliquote IMU già approvate nella seduta di consiglio comunale del 8 marzo scorso. Si discuterà anche di variazione al bilancio di previsione 2012 e della relazione Previsionale e programmatica 2012-2014. Ultimo punto in programma la sostituzione di un componente della commissione locale per il paesaggio.

Convocata Conferenza di Servizi

Alle ore 10 di martedì 20 novembre presso la sede comunale di San Mango si terrà la seconda seduta della Conferenza di Sevizi per esaminare la richiesta presentata dalla società “GennaGiochi srl” di San Mango Piemonte avente ad oggetto la realizzazione di una struttura produttiva in variante al PRG vigente. Ai sensi dell’art.5 comma 1 del DPR n.447/98 e s.m.i, all’incontro può intervenire qualunque soggetto, portatore di interessi pubblici o privati, individuali o collettivi, nonché i portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni o comitati, cui possa derivare un pregiudizio dalla realizzazione del progetto della struttura produttiva.

“80.000 mani in cerca di aiuto” presentazione del dossier delle povertà e delle risorse 2012 sabato 17 novembre 2012 ore 11.00 presso la Caritas Diocesana, via Bastioni 4, Salerno

Sabato 17 novembre 2012 alle ore 11.00, presso il salone della Caritas Diocesana, sito in via Bastioni 4 Salerno, presentazione del Dossier Statistico Povertà e Risorse 2012 da parte del direttore della Caritas Diocesana don Marco Russo. In apertura è previsto il saluto del Presidente della Caritas Diocesana S.E. Monsignor Luigi Moretti. L’osservatorio delle povertà e delle risorse è lo strumento della Caritas diocesana che ha il compito di osservare sistematicamente le situazioni di povertà, di disagio e di esclusione sociale presenti sul territorio, per aiutare la comunità cristiana a leggere le dinamiche sociali per un’animazione e messa in rete dei diversi attori sociali. Il Dossier è frutto di una rilevazione di dati effettuata presso 18 Centri di Ascolto di tutta l’Arcidiocesi e 8 opere segno, e ci dona una fotografia in bianco e nero, senza sfumature, della povertà del nostro territorio. Vi porteremo per mano in una “città” di 40.000 persone: italiani e stranieri, pensionati e professionisti, uomini e donne, giovani e vecchi: 80.000 mani in cerca di aiuto nella notte dei desideri… Il documento sarà disponibile in forma cartacea e potrà essere scaricato anche collegandosi al sito della Caritas Diocesana: www.caritassalerno.it.

E il “Re galantuomo” firmò il battesimo di 6 comuni salernitani - Nel 1862 Vittorio Emanuele cambiò il nome alle città di Cava S. Mango, S. Cipriano, Castiglione, Palomonte e S. Marzano

Centocinquanta anni fa ebbe origine il toponimo San Mango Piemonte. In Precedenza il comune era denominato semplicemente San Mango. Al primo originario nome del luogo, derivante dal latino Terra Sancti Magni oppure dall’appellativo dei Santomango, signori della potente Baronia omonima, si aggiunse dal 1862 l’indicazione “Piemonte”, vale a dire ai piedi del monte, riportando la dizione al primitivo retto duplice nome di terra Sancti Magni et Pedemontis. La mutazione del toponimo non fu dettata da una estrosità degli amministratori all’alba della nuova Italia Unita ma, come per altri comuni, certamente richiesta dalla Regia Prefettura che notificò nel luglio del 1862 al consiglio comunale dell’epoca una Circolare del Ministero dell’Interno del Regno d’Italia intesa “a togliere l’identità di nome che si riscontra in parecchi Comuni del Regno la quale è ben spesso cagione di equivoci ed imbarazzi, perciò invita questo Municipio a cambiare il nome al Comune di San Mango che è compreso fra quelli che hanno identità di nome con altri del Regno, od a farvi qualche aggiunta onde distinguerlo”. Tale circolare fu inviata a tutti i comuni onomastici. Nella provincia di Principato Citeriore, odierna provincia di Salerno, furono invitati a variare il nome proprio di luogo geografico anche i comuni di Cava, Castiglione, San Marzano, Palo e San Cipriano. Il consiglio comunale di San Mango nella seduta del 23 agosto 1862, sentite diverse proposte onomastiche e prestando riguardo alla storia del luogo, deliberò di assumere la denominazione di San Mango Piemonte. Il Regio Decreto n.935 dato a Torino il 23 ottobre 1862 dal Re d’Italia Vittorio Emanuele e firmato da Urbano Rattizzi, Presidente del Consiglio dei Ministri con interim all’Interno, decretò l’autorizzazione ad assumere la nuova denominazione per San Mango Piemonte e per i comuni di Cava de’ Tirreni, in riferimento alla deliberazione di Consiglio Comunale del 27/08/1862, Castiglione del Genovesi, in riferimento alla deliberazione di Consiglio Comunale del 20/09/1862, San Marzano sul Sarno, in riferimento alla deliberazione di C.C. del 31/08/1862, di Palomonte, in riferimento alla deliberazione di C.C. del 20/08/1862, di San Cipriano Picentino, in riferimento alla deliberazione di C.C. del 26/09/1862. Per la ricorrenza dei 150 anni del toponimo il Comune di Castiglione del Genovesi ha già avviato il programma di iniziative celebrative il 23 ottobre scorso con un concerto vocale evocativo tenuto dalla Ensamble Salerno Classica, diretta dal maestro Luciano D’Elia, preceduto e seguito dalla recitazione di alcuni brani poetici dal Sindaco Mario Camillo Sorgente. Anche San Mango Piemonte ha in animo di celebrare il centocinquantesimo del toponimo con un variegato programma di iniziative, allestito in collaborazione dal Comune e dalla Pro Loco. Si prevedono manifestazioni culturali, artistiche, musicali e convegnistiche. Si inizia nell’ultima settima di novembre con un appuntamento storico su San Mango per terminare le celebrazioni con un concerto natalizio previsto per l’ultima settimana di dicembre 2012. Nicola Vitolo

A rischio il Welfare locale e regionale

Martedì 13 novembre p.v. , alle ore 10. 30, presso l’Aula Consiliare del Comune di Baronissi, Assemblea Generale degli Operatori Sociali: “Servizi alla persona: quale futuro in Campania?” All’iniziativa parteciperanno i rappresentanti dei Piani Sociali di Zona della Regione Campania, i soggetti del terzo settore, le molteplici espressioni del mondo del volontariato e delle comunità locali. Dopo il quasi azzeramento del Fondo Nazionale Politiche Sociali, a valere sul 2013, il sistema sociale del Welfare territoriale e regionale è a rischio. Sono in gioco i servizi essenziali alla persona e, quindi, i diritti fondamentali dei cittadini. L’iniziativa intende promuovere ed assicurare un luogo aperto di confronto e sinergie, riportando nell’immediato l’attenzione sulle urgenze prioritarie della vita delle comunità locali.

Castiglione del Genovesi: Iniziative celebrative 150esimo toponimo

Sarà Mario Camillo Sorgente, sindaco di Castiglione, ad avviare questa sera il programma di iniziative celebrative per il 150esimo di Castiglione del Genovesi ed il 300esimo dalla nascita di Antonio Genovesi. Nelle vesti di poeta e fine dicitore il primo cittadino declamerà liriche dedicate al paese che saranno da prologo al concerto evocativo che si terrà dalle ore 19.30 nella Chiesa di San Bernardino in piazza Umberto I di Castiglione del Genovesi. Armonie di suoni e parole per rinnovare nei castiglionesi quei sentimenti di orgoglio e dignità che hanno sempre contraddistinto i conterranei dell’illustre economista Antonio Genovesi che dal 23 ottobre 1862 hanno voluto aggiungere al toponimo Castiglione l’identificazione “del Genovesi”. A dare il giusto risalto al pregio della celebrazione e con l’intento, anche, di suscitare emozioni di fierezza, soprattutto nelle giovani generazioni, a cui il Genovesi dedicò molto spazio nei suoi studi, ci si è affidati alla eccelsa arte vocale e musicale della “Ensemble Salerno Classica” diretta dal maestro Luciano D’Elia con il soprano Anna Pietrafesa, il maestro accompagnatore Stefania Cucciniello, il fagotto Pellegrino Armellino ed il coro di vocalisti formato da Titina Bove, Mimma Cerrato, Rosa Del Galdo, Carmela D’Amato, Giovanna De Santis, Annamaria Pierri, Giuliana Tortora, Amalia Siano, Orlando Santoro, Angelo Stanzione.

XIII EDIZIONE LE GIORNATE DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA 25/27 ottobre 2012

Dal 25 al 27 ottobre p.v. a Salerno si terrà il tradizionale appuntamento con “Le Giornate della Scuola Medica Salernitana”. Un evento che da tredici anni si propone di unire la dimensione storica e l’attenzione per il patrimonio di conoscenze collegate all’antica Schola Salerni, con la modernità e le problematiche sociali, economiche e mediche. Nella volontà degli organizzatori, dunque, resta prioritaria l’attenzione da rivolgere alle giovani generazioni che, attraverso un ricco calendario di iniziative culturali, possono divenire ideale aggancio tra passato e futuro. Il programma di quest'anno prevede un convegno di storia dal titolo “Medicina e Letteratura“ e un convegno sulla "Medicina Traslazionale: ricerca e futuro" oltre alla tradizionale Cerimonia di consegna dei premi internazionali "Scuola Medica Salernitana" al termine della quale seguirà il Giuramento di Ippocrate per i neolureati iscritti all' Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno. Le personalità di spicco del panorama scientifico internazionale presenti rappresentano punti di sicuro riferimento per condurci in un viaggio a più dimensioni nel vasto mondo della ricerca e al progresso della scienza non solo medica. Mai come oggi, in cui da più parti si avverte una crisi di valori, si ha bisogno di una classe dirigente che sappia coniugare competenze tecnologiche con il rispetto del nostro patrimonio umanistico e culturale. Cordialmente la segreteria organizzativa synergiecomunicazione

La frontiera dell’integrazione socio sanitaria

Il 18 e 19 ottobre iniziativa congiunta del Piano Sociale di Zona Ambito S2 e dell’Asl Salerno, per un percorso di formazione teso ad approfondire le tematiche e le buone prassi di integrazione socio sanitaria. Gli incontri si terranno in duplice sessione (mattutina e pomeridiana) presso l’Aula Consiliare del Comune di Baronissi. Ricco il parterre degli interventi: Giampiero Griffo, Direttivo FISH, nonché rappresentante italiano nel board dell’European Disability Forum, svilupperà il tema “La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità: dall’integrazione all’inclusione sociale”; Rosanna Romano, Dirigente Settore Fasce Deboli, Assessorato alla Sanità della Regione Campania, e Antonio Oddati, Dirigente Settore Assistenza Sociale, si confronteranno su “Integrazione sociosanitaria: programmazione regionale e prospettive future”. Saranno, quindi, affrontate le questione squisitamente tecniche della posta in gioco: “Le classificazioni dell’OMS: dall’ICIDH all’ICF”, nonchè le “Schede di Valutazione Multidimensionali SVAMA e SVAMDI”. Non poteva mancare il cardine del nuovo Welfare: il passaggio “dalla programmazione regionale al territorio”, con la riflessione sui Distretti Sanitari e gli Ambiti Territoriali, cui parteciperanno Rocco Basile e Mario Forlenza, rispettivamente Direttore del Distretto Sanitario con sede a Mercato San Severino e Direttore del Distretto con sede a Giffoni Valle Piana e Pontecagnano Faiano. Alla discussione parteciperà, altresì, Maria Cristina Nicoletti, Responsabile dell’Ufficio di Piano Ambito S2. La seconda giornata dei lavori sarà dedicata alla valutazione e alla presa in carico, con particolare attenzione alla Scheda SVAMA. Di particolare interesse si preannuncia la documentazione dell’esperienza della Regione Veneto. Lo scambio delle buone prassi costituisce una chiave di volta nella costruzione del Welfare delle Regioni e delle Autonomie Locali, nella consapevolezza che quest’ultime sono il vero baricentro dell’architettura socio istituzionale in quanto le realtà più prossime al bisogno del cittadino. L’occasione sarà propizia per ribadire la distinzione dei ruoli e delle funzioni, per sperimentare l’autentica cultura dell’integrazione.

L’Africa a Mezzogiorno: Ambasciatori in missione in Campania e Basilicata. 20 Paesi rappresentati La delegazione diplomatica incontrerà Istituzioni e imprenditori locali. La firma dei Protocolli di Cooperazione

La Camera di Commercio ItalAfrica Centrale ha organizzato l’evento “L’Africa a Mezzogiorno – Codici di Investimento e Percorsi di Internazionalizzazione”. La manifestazione è strutturata nel modo seguente: - incontri istituzionali della delegazione diplomatica in rappresentanza di 19 Governi africani; - country presentation; - illustrazione di opportunità/incentivi/vantaggi per la internazionalizzazione - Codici di Investimento. L’evento si svolgerà in Basilicata e Campania nei giorni 16-17-18-19 ottobre 2012. Saranno rappresentati 20 Paesi attraverso la presenza di 8 Ambasciatori, Consoli, Primi Ministri Consiglieri ed il Governatore di Abidjan, ex Capitale e città più importante della Costa d’Avorio. Il presidente ing. Alfredo Cestari spiega: “La Camera di Commercio ItalAfrica intende mettere in collegamento diretto le Istituzioni ed i comparti produttivi territoriali di Campania e Basilicata con i Governi di quei Paesi d’Africa avviati sulla strada di un radicato e strutturato sviluppo. La manifestazione sarà itinerante al fine di garantire ai sistemi produttivi locali la massima opportunità di comprensione delle notevoli opportunità di nascita ed incremento delle attività in Paesi dalle enormi potenzialità di mercato: nei soli 19 Stati della fascia sub sahariana su cui ItalAfrica Centrale ha competenza istituzionale vivono oltre 250 milioni di persone. Paesi in cui la partecipazione democratica cresce e che, politicamente, risultano mediamente stabili. La risposta delle Istituzioni e dei comparti produttivi di Campania e Basilicata è stata immediata ed incoraggiante: tutti i Presidenti delle Regioni e delle Province coinvolte ed i Sindaci dei Comuni hanno offerto le proprie strutture per ospitare gli incontri tra gli Ambasciatori e gli imprenditori, le Camera di Commercio, i Consorzi e le associazioni di categoria, tra le quali le Confindustria locali. Tutti hanno mostrato interesse ed assicurato le loro presenze”. Il tour inizierà a Matera (Comune e Provincia, mediateca), città anche impegnata nella corsa a Capitale europea della Cultura 2019; proseguirà a Potenza (Regione, Sala Inguscio) per poi spostarsi a Salerno (Provincia, sede Palazzo Sant’Agostino), a Cava de’Tirreni (Comune) e terminare a Napoli nelle sedi del Consiglio della Regione Campania, della Provincia (sede Santa Maria La Nova) e del Comune di Napoli (Palazzo San Giacomo). Parallelamente agli incontri istituzionali, gli Ambasciatori e l’intera delegazione diplomatica effettueranno tour turistico-culturali: saranno visitati siti importanti e rinomati tra cui i Sassi di Matera, il Castello Arechi di Salerno, la millenaria Abbazia Benedettina di Cava de’Tirreni. “In ogni città – continua Cestari - saranno sottoscritti protocolli di cooperazione tra gli Enti e le Ambasciate mirati a codificazione e successivo governo di percorsi virtuosi di sviluppo comune: da una parte ci sarà l’interesse particolare di ogni singolo Paese africano in progressiva ricerca di know how italiano, dall’altro quello di aziende in affannosa ricerca di sbocchi di mercato perché depresse da una crisi che minaccia di ingoiarne moltissime. In mezzo la Camera di Commercio ItalAfrica che, attraverso la ultradecennale esperienza, le competenze e la credibilità acquisite, gli uffici con personale italiano in molti Stati del centro e nord Africa e le oltre 300 grandi e PMI iscritte, rappresenta l’ideale trait d’union nel soddisfacimento delle diverse esigenze”. Nell’ambito dell’articolato programma ogni Ambasciatore avrà la possibilità di presentare le opportunità del proprio Paese attraverso country presentation e illustrazione dei rispettivi Codici di Investimento le cui misure risultano particolarmente favorevoli: defiscalizzazioni, incentivi, possibilità di assegnazioni strutturali ed infrastrutturali ed agevolazioni di varia natura. Previo eventuali successive adesioni, la delegazione diplomatica sarà così composta: Repubblica del Benin S.E. Marie Rosemonde Maoussi Deffon Yakoubu, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario; Repubblica del Burundi S.E. Rénovat Ndayirukiye, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario; Repubblica Federale della Nigeria Eric Tonye Aworabhi, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario, Mercy Clement Seconda Segretaria; Repubblica del Sudan S.E. Amira Daoud Hassan Gornas, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario, Muawia Eltoum Elamin Elbukhari, Ministro Plenipotenziario; Repubblica dell’Uganda S.E. Deo Kajunzire Rwabita, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario, Repubblica del Kenya S.E. Josephine Wangari Gaita, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario, Repubblica Democratica del Congo S.E. Albert Tshiseleka Fehla, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario. Repubblica della Costa d’Avorio S.E. Janine Adele Felicienne Claire Tagliante-Saracino Nee Chapman, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario, Sekanguia Lazar, direttore di gabinetto Governatorato distretto di Abidjan; Repubblica del Sudafrica Delina de Villiers-Steenkamp, Ministro Plenipotenziario Repubblica di Liberia Haruna Rashid Kromah, Primo segretario; Repubblica della Tanzania Karim Ibrahim Msemo, Consigliere; Repubblica dell’Angola Pedro Simao, Primo Ministro Consigliere; Carla Masella, funzionaria di Ambasciata; Repubblica dello Zambia Trevor Sichombo, Primo Segretario (Affari Economici), Alick Banda, Primo Segretario Affari Politici; Regno di Lesotho Senate Barbara Masupha, Incaricato d’affari; Repubblica di Somalia Ulumo Abdirhman Moalin, Ministro Consigliere; Abukar Awes Awes, Terzo segretario Repubblica del Madagascar Josiane Ravololondriaka Ratsimbazafy Incaricato d’affari; Repubblica Federale Democratica di Etiopia Henok Habtegebrial Gebrewold, Ministro Consigliere; Repubblica del Camerun Paulin Godfried Reliques Yanga, Primo Consigliere; Alberto Salvatori, Console Onorario del Camerun a Napoli. Repubblica del Ghana Simon Atieku, Consigliere Repubblica del Burkina Faso Jacopo Fronzoni, Console Onorario

San Mango P.: Indetto Bando per contributi integrativi ai canoni di locazione. Domande entro il 31 ottobre 2012.

Approvato dalla Giunta Municipale bando per l’assegnazione dei contributi ad integrazione dei canoni di locazione ex art. 11 della Legge n. 431/1998 per l’annualità 2012. La partecipazione all’assegnazione del contributo è riservata ai cittadini residenti titolari di contratti a uso abitativo, regolarmente registrati, relativi ad immobili ubicati sul territorio comunale ad esclusione di quelli di edilizia residenziale pubblica. Gli interessati dovranno inoltrare debita domanda, utilizzando gli appositi moduli predisposti dall’Ufficio di Segreteria dove potranno essere ritirati dalle ore 10 alle ore 12 dei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì. I moduli possono anche essere scaricati dal sito ufficiale del Comune all’indirizzo www.comune.sanmangopiemonte.sa.it Le domande di partecipazione dovranno essere spedite con raccomandata a.r. entro e non oltre il 31 ottobre e dovranno obbligatoriamente contenere la documentazione riportata nel bando. “Un contributo alle famiglie in difficoltà – spiega il sindaco Alessandro Rizzo - che si concretizzerà, dopo la l’approvazione della graduatoria d’assegnazione da parte della commissione tecnica nominata dalla giunta comunale, con l’erogazione al Comune da parte della Regione Campania delle risorse previste dalla Legge 431/98.”

Il dipendente comunale Aniello Amato va in pensione salutato dal sindaco e dai colleghi.

Aniello Amato lascia il Comune di San Mango Piemonte. Maturata la pensione, uno dei dipendenti comunali più stimati ed apprezzati della macchina comunale si è congedato dal suo posto di lavoro venerdì 28 settembre scorso salutato dai colleghi, dal segretario comunale Luisa Gallo, dagli amministratori e dal Sindaco Alessandro Rizzo. In servizio al Comune di San Mango Piemonte dall’aprile del 1995, il geometra Amato, ha ricoperto prima mansioni di vigile urbano, poi è stato impiegato all’ufficio anagrafe, quindi ha ricoperto in questi ultimi quattro anni il ruolo di geometra all’ufficio tecnico comunale. In qualunque ruolo e mansione ha svolto la sua attività lavorativa al Comune, è sempre stato una figura di riferimento per colleghi, dirigenti ed amministratori. Il suo rapporto con i cittadini è stato sempre caratterizzato da generosità ed altruismo, tanto che in diverse occasioni ha ampliato con abnegazione il suo impegno per soddisfare al meglio le richieste presentategli dalla cittadinanza. Dal primo ottobre il Comune di San Mango Piemonte avrà un dipendente in meno, una mancanza che peserà molto sull’ufficio tecnico comunale, ridotto ormai da quattro a due sole unità lavorative. Al geometra Aniello Amato va il ringraziamento del Sindaco Alessandro Rizzo per il lavoro svolto durante la sua lunga attività al Comune di San Mango Piemonte.

II Premio ‘Giovanni Cestari’, vacanza-studio in Lombardia per sette alunni salernitani e potentini dal 21 al 26 settembre

Vacanza-premio in Lombardia, dal 21 al 26 settembre, per sette studenti salernitani e potentini particolarmente distintisi durante lo scorso anno scolastico. La vacanza- studio, istituita dal Presidente ing. Alfredo in memoria del capostipite Giovanni Cestari, è giunta alla sua seconda edizione e nasce con l’ambizione di creare un’occasione di scambio culturale nel delicato processo di crescita degli studenti meritevoli delle scuole medie superiori delle province di Salerno e Potenza. Per la II edizione del Premio ‘Giovanni Cestari’ sono stati selezionati i seguenti allievi: • Veronica Palermo (Istituto Professionale di Stato - Moliterno PZ); • Dario Oliva (Istituto Tecnico Statale “Ferdinando Petruccelli Della Gattina – Moliterno PZ); • Vincenzo Prestera (Istituto Tecnico Statale “Ferdinando Petruccelli Della Gattina – Moliterno PZ); • Lucia Di Leva (Istituto Tecnico per il Turismo- Montesano S. M. – SA); • Antonio Larmini (Istituto Tecnico per Geometri “ D. De Petrinis” – Sala Consilina – SA) • Soccorso Del Regno (Istituto Statale “Publio Virgilio Marone”- Mercato San Severino- SA) • Floriana Vincenza Paciello (Liceo Scentifico “B. Rescigno”- Roccapiemonte – SA). Coordinato dalla dott.ssa Patrizia Tinchitella, il gruppo parteciperà ad un articolato programma di attività finalizzate alla conoscenza delle città di Milano, Como e Monza ed a momenti di incontro e formazione attraverso seminari sulle molteplici attività svolte dalle società del Gruppo Cestari realizzati presso il centro direzionale della Camera di Commercio Italafrica Centrale di Corso Sempione – Milano. Grande spazio sarà inoltre dedicato alla conoscenza dei più significativi luoghi e paesaggi lombardi. In particolare in Milano saranno visitati: Castello Sforzesco, Parco Sempione, Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Basilica di Sant’Ambrogio con tour sui navigli, Piazza Duomo, Piazza Mercanti, Galleria Vittorio Emanuele II , Teatro alla Scala. In Como: il centro storico (con evidenza delle connessioni con il celebre lago); in Monza: Villa Reale, Giardini Reali, Parco Reale e visita del centro storico.

L’arcivescovo Luigi Moretti incontra gli operatori dell’informazione venerdì 14 settembre 2012 ore 11.00 nel salone dell’Episcopio in via Roberto il Guiscardo, 2 - Salerno

“Nel complesso e variegato mondo della comunicazione emerge, comunque, l’attenzione di molti verso le domande ultime dell’esistenza umana: chi sono? che cosa posso sapere? che cosa devo fare? che cosa posso sperare? E’ importante accogliere le persone che formulano questi interrogativi, aprendo la possibilità di un dialogo profondo, fatto di parola, di confronto, ma anche di invito alla riflessione e al silenzio, che, a volte, può essere più eloquente di una risposta affrettata e permette a chi si interroga di scendere nel più profondo di se stesso e aprirsi a quel cammino di risposta che Dio ha iscritto nel cuore dell’uomo.” (Benedetto XVI, "Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione messaggio per la XLVI GMCS). S.E. Monsignor Luigi Moretti a pochi giorni dalla festa del Santo Patrono, San Matteo, intende incontrare tutti gli operatori dell’informazione per un bilancio dell’impegno pastorale svolto e per presentare una serie di iniziative diocesane. L’incontro che si svolgerà presso il palazzo dell’Episcopio, sito in via Roberto il Guiscardo 2, venerdì 9 settembre 2011, alle ore 11.00 è diventato un appuntamento fisso per la nostra Arcidiocesi che va a testimoniare la volontà di incontro costante con gli operatori dell’informazione e la trasparenza che la Curia salernitana ha scelto fin dall’inizio dell’episcopato di Monsignor Luigi Moretti. L’Arcivescovo durante l’incontro farà dono a tutti i presenti del nuovo Piano Pastorale e dell’Agenda Diocesana, guida preziosa per seguire tutti gli appuntamenti dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno.

Missione imprenditoriale realizzata in Tunisia dalla Camera di Commercio ItalAfrica Centrale presieduta dall'ingegnere salernitano Alfredo Cestari.

Tunisia, firmate intese con le Camere di Tunisi e del sud est. Il Governo investe su infrastrutture, costruzioni civili, agricoltura, turismo e nel piano nazionale di produzione di energie rinnovabili. Il progetto di piattaforma logistica mediterranea per le merci europee destinate all’Africa sub sahariana. La Tunisia punta a diventare, entro il 2020, la principale piattaforma mediterranea di export delle merci europee verso l’Africa sub sahariana. Nell’immediato intende realizzare una efficiente rete di industrie di produzione di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico, idroelettrico, biomasse), sviluppare i settori infrastrutture, oil&gas, acqua, costruzioni civili, trasporti, macchine agricole, turismo ed agricoltura. L’esito della missione appena conclusa (durata cinque giorni) nel Paese nordafricano “è molto incoraggiante per il potenziale coinvolgimento delle imprese italiane nel processo di modernizzazione della Tunisia, di apertura a novi mercati e di penetrazione nella vasta area a sud del Sahara su cui ItalAfrica ha competenza istituzionale, fortissimi radicamenti ed una storica conoscenza del territorio, delle dinamiche, delle Istituzioni” spiega l’ing. Alfredo Cestari, Presidente Camera di Commercio ItalAfrica Centrale.
Al termine della lunga serie di incontri con le Istituzioni locali sono stati firmati tre importanti protocolli di intesa: due da ItalAfrica con la Camera di Commercio di Tunisi e con la Camera di Commercio del sud est (totale 150 mila iscritti) ed uno dalla associata Finance&Planning International Group con il Governatorato della regione di Gabes abitata da circa 450 mila persone. A Gabes la delegazione ItalAfrica ha incontrato: il Governatore Omar Abdel Karim Chahbani per uno screening sulle opportunità di investimento nella regione e nella città di Gabes e sui progetti di investimento previsti, in particolare, nei seguenti settori: costruzione di pozzi d’acqua; installazione di impianti di desalinizzazione (da 50.000 m3/sec); ammodernamento e sviluppo del porto ed incremento dell’urbanizzazione dell’intera area; riduzione delle emissioni in atmosfera; depurazione delle acque e pulizia del mare; sviluppo agricolo; sviluppo del settore agroindustriale (produzione/lavorazione verdure); commercializzazioni carni in scatola, itticoltura, apicoltura; costruzione di impianti di trattamento dei rifiuti della città di Gabes con annesse urbanizzazioni; realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da eolico, fotovoltaico, idroelettrico, biomasse con relative elettrificazioni e costruzione del sistema di distribuzione. Alla tavola rotonda hanno partecipato tutti i maggiori responsabili politici e tecnici della città. Nell’occasione il Governatore ha firmato con la società Finance&Planning (associata ItalAfrica) un protocollo d’accordo per la pianificazione di programmi di cooperazione legati alla gestione dell’ambiente. A Gabes sono stati poi incontrati il direttore generale di ‘le Groupe Chimique Tunisien’ Trabelsi Elarbi ed il presidente e direttore generale di Diet (developpement industriel enfidha tunisie) Isnardo Carta. Alla luce delle necessità di sviluppo e delle conseguenti opportunità di investimento emerse, il presidente Alfredo Cestari e il presidente della Camera di Commercio del sud-est Ridha Kilani hanno firmato un protocollo d’accordo tra le due Camere di Commercio per la messa a disposizione delle aziende italiane del patrimonio di conoscenze e delle potenzialità di partnership del sistema delle micro, grandi e PMI tunisine.
A Tunisi la delegazione ItalAfrica ha incontrato: il Presidente della Camera di Tunisi, Mounir Mouakhar per la firma del Protocollo d’Accordo tra la Camera di Commercio Italafrica Centrale e la Chambre de Commerce et d’Industrie de Tunis. Il Presidente Mouakhar ha espresso, in particolare, un forte interesse per i potenziali sviluppi commerciali con l’Africa centrale, area ritenuta dalla Tunisia di grande interesse. ItalAfrica ha raccolto l’invito e, in forza del radicamento e della presenza di autonome strutture anche in Repubblica Democratica del Congo, ha organizzato per venerdì 2 novembre la presenza del Presidente Mounir Mouakhar nella capitale Kinshasa in occasione del prossimo forum tra le Camere di Commercio africane francofone. Dopo l’incontro con l’Ambasciatore d’Italia a Tunisi dr. Pietro Benassi, che ha delineato un quadro generale della situazione economico-politica del Paese, presso il Ministero dell'Industria e della Tecnologia il Presidente Cestari ha incontrato il Ministro Mohamed Lamine Chakhari dal quale è giunta “una forte richiesta di penetrazione in Tunisia di aziende italiane specializzate nella produzione di energia da eolico, fotovoltaico e da idroelettrico, nel turismo e nell’agricoltura”. “Ora le aziende italiane sanno che il Governo sta pianificando un forte sviluppo infrastrutturale attraverso un massiccio piano di costruzione di autostrade, porti, aeroporti, ferrovie, dighe, centri commerciali, residenze civili”, ha commentato Cestari. Successivamente c’è stato l’incontro con l’Executive Director di Tunisia Holding, Nejib Derouich. Tunisia Holding è una multinazionale con interessi diffusi dentro e fuori i confini nazionali. “Con Tunisia Holding si sono aperte ottime prospettive di sviluppo del settore trasporti (aviazione in particolare), energia, agricoltura. Porteremo in Italia le richieste ed esigenze emerse; da una prima valutazione ritengo notevoli le probabilità di accordi con nostre aziende”. Presso il Ministero del Commercio e dell'Artigianato, l’ing. Cestari ha incontrato il Ministro Béchir Zaâfouri. Durante l’incontro Abdellatif Haman (Tunisia Export CEPEX) e Saida Heichidra, direttore generale del Ministero, hanno evidenziato quanto il Paese sia interessato ad intensificare i rapporti commerciali con i Paesi centroafricani ritenendo la Tunisia la naturale piattaforma logistica di distribuzione di merci e prodotti europei destinati alla macro area subsaharina. Apprese le vaste competenze istituzionali e le strutture di ItalAfrica in quel bacino, hanno annunciato una imminente visita in Italia alla Camera di Commercio.

SAN MATTEO 2012: Calendario festeggiamenti religiosi

“Vivere in simbiosi con l’Evangelista Matteo, Santo patrono della nostra Salerno, è per prima cosa vivere intensamente il suo insegnamento che, ieri come oggi, raggiunge l’uomo e lo innalza alla gloria di Dio” (Monsignor Luigi Moretti 21 agosto 2011). Settembre per i salernitani, e non solo, è il mese di san Matteo; la sua figura di Evangelista rivive più che mai in ogni anfratto della nostra Salerno, ma ancor più nel cuore dei salernitani. La Chiesa di Salerno lo festeggia con celebrazioni liturgiche e appuntamenti. Mercoledì 12 settembre Casa Circondariale Ore 10.00 Celebrazione Eucaristica e benedizione col Braccio di San Matteo Presiede S.E. Monsignor Luigi Moretti Mercoledì 12 settembre Cattedrale Primaziale di Salerno Ore 18.45 Inizio della Novena a S. Matteo Giovedì 13 Settembre Piazza Flavio Gioia Ore 20.00 Omaggio floreale a San Matteo Presiede S.E. Monsignor Luigi Moretti TRIDUO SOLENNE Martedì 18 settembre Giornata della Fede Cattedrale Primaziale di Salerno Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica Presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Francesco Alfano Arcivescovo di Sorrento - Castellammare Mercoledì 19 settembre Giornata della Speranza Cattedrale Primaziale di Salerno Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica Presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Ciro Miniero Vescovo di Vallo della Lucania Giovedì 20 settembre Giornata della Carità Cattedrale Primaziale di Salerno Ore 19.00 Celebrazione Eucaristica Presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Gerardo Pierro Arcivescovo Emerito di Salerno-Campagna-Acerno Al termine processione del Braccio di S. Matteo dalla Cattedrale alla Cripta SOLENNITÀ DI SAN MATTEO Venerdì 21 settembre Cattedrale Primaziale di Salerno 7.00 - 9.00 SS. Messe in Basilica e in Cripta Ore 10.30 Solenne Pontificale presieduto da S.E. Rev.ma Mons. LUIGI MORETTI Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno 16.30 S. Messa in Cripta e “promessa” dei portatori a S. Matteo 18.00 Solenne Processione dei venerati simulacri di San Matteo, San Giuseppe, San Gregorio VII e dei Santi Martiri Salernitani. I Santi saranno accompagnati dalle Bande: «Città di Pontecagnano Faiano», «Città di Giffoni Valle Piana», «Città di Pellezzano», «Città di Salerno». Il percorso procederà dalla Cattedrale lungo: via Duomo, via Mercanti, P.zza Portanova, C.so Vittorio Emanuele, via Cilento, C.so Garibaldi, via Roma, largo Ragno, via Portacatena, via Da Procida, via Mercanti, via Duomo. Al termine della Processione, affidamento della Città a San Matteo Al rientro delle statue canto alla Madonna “S. Maria degli Angeli”, raffigurata nel mosaico dell’abside centrale della Cattedrale.

Sesto appuntamento della XIV edizione dell'Irnofestival: Concerto a Cava il 2 settembre e martedi 4/9 Antonello Rondi all'Arena del Mare

Domenica a Cava, martedì Antonello Rondi all'Arena del Mare Sesto appuntamento della XIV edizione dell’Irnofestival (8 agosto-13 settembre 2012), manifestazione organizzata dall’associazione Rachmaninov di Mercato San Severino (Sa) per la diffusione della musica classica. Realizzati con grande successo di pubblico: - il Concerto di inaugurazione con l’esibizione a Scario della Grande Orchestra della Repubblica di Udmurtia – Coro Lirico Teatro di Craiova; - il Concerto dell’Aurora - Positano; - il Concerto di Ferragosto - Siano; - il Concerto del 26 agosto - Solofra (Av); - il Concerto del 31 agosto - Eremo dello Spirito Santo a Pellezzano; Domenica 2 settembre 2012 Cava De Tirreni ore 21 Chiostro S.Giovanni Orchestra Della Repubblica di Udmurtia Direttore Nikos Etfhimiadis Programma Perdere l’amore voce Geppino Angelone Con te partirò Piazza Grande voce Roberto Albanese 4 marzo 43 Oh be myself T.Citro Melanconia (2001) G. Puccini “ Nessun dorma” da Turandot tenore Francesco Malapena P.I. Thaichovski Capriccio Italiano L'Irnofestival è artisticamente diretto dal M° Tiziano Citro. La XIV edizione è organizzata in collaborazione con la Regione Campania, l’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno, il Comune di Pellezzano ed è articolata in 9 spettacoli con esibizioni di musica classica, a fruizione gratuita, nei Comuni di Scario, Siano, Solofra, Pellezzano, Cava de'Tirreni, Salerno e Positano. Appendice alla XIV edizione dell’Irnofestival, unitamente al Comune di Salerno è stato deciso di realizzare preso l’Arena del Mare di Molo Manfredi, martedì 4 settembre, lo spettacolo “L’Oro di Napoli” con l'orchestra della Repubblica di Udmurtia e Antonello Rondi: un viaggio nella canzone classica napoletana (biglietto € 10). Conseguentemente il concerto a fruizione gratuita c/o il Circolo Canottieri Irno, originariamente previsto per martedì 5 settettembre è stato posticipato a giovedì 6 settembre come da programma di seguito elencato.

Salvato dall'elicottero un tredicenne infortunatosi sul monte San Magno.

Spettacolare salvataggio di un tredicenne infortunatosi sul monte San Magno durante la processione in onore del Santo Patrono. Il ragazzo è precipitato intorno alle ore 8 di questa mattina, domenica 19 agosto, lungo l’impervio e roccioso sentiero che conduce ai resti del castello Merola sito alla sommità del monte San Magno. Salito alle 6 con la processione dei fedeli di San Magno, Andrea P. dopo aver partecipato alla Santa Messa celebrata nell’eremo grotta incastonato nella roccia del sacro monte, si è avviato con altri amici verso la radura della croce precedendo il corteo dei devoti del Santo Patrono di San Mango. Dal panoramico spiazzo, poi, insieme ad alcuni coetanei ha tentato di scalare la sommità del monte per visitare i resti del castello Merola. Purtroppo, nell’arrampicarsi lungo il pietroso costone è caduto rovinosamente procurandosi lesioni ad un arto inferiore che si è rapidamente gonfiato. Prontamente soccorso dai suoi compagni di cordata ha opposto resistenze ad ogni movimento per il dolore e la paura. Sul posto è accorso il comandante della polizia municipale di San Mango, M.llo Rocco Rega, che ha dapprima provveduto a rasserenare il tredicenne dopodichè si è coordinato con altri giovani per trasportare a spalla l’infortunato verso la sottostante radura della croce, dove nel frattempo era giunto il corteo dei fedeli in processione. Allo stesso tempo, sono stati allertati, via telefonino, i soccorsi per l’impaurito tredicenne la cui gamba si gonfiava sempre più. Sul posto si sono portati i sanitari del 118 con l’elisoccorso per trarre in salvo lo sfortunato. Con il coordinamento di una unità di vigili del fuoco, posizionatasi in paese alla pendici del monte San Magno, e del m.llo Rega, situato con l’infortunato sulla ristretta radura sgomberata dal corteo dei fedeli, l’elicottero ha volteggiato sulla croce in ferro sul monte San Magno per calare prima uno speleologo esperto di recupero infortunati, e, successivamente, il medico per prestare i primi soccorsi al malcapitato ragazzino. Sono stati attimi di tensione vissuti non solo dalle persone presenti sulla montagna, ma anche dai residenti in paese che hanno seguito dal basso col naso all’insù tutte le fasi dello spettacolare salvataggio. Dopo averne constatato le condizioni, il medico ha imbracato il ragazzo a sé ed è risalito con il verricello sull’elicottero che stazionava sul sito. Atterrato nella piazza del paese dove erano i vigili del fuoco, l’infermo è stato trasferito dall’elicottero all’autoambulanza in attesa che è prontamente partita verso l’ospedale di Salerno dove Andrea P. è stato consegnato alle cure dei sanitari del pronto soccorso. L’elicottero, librandosi ancora sul San Magno, ha riportato in cabina lo speleologo rimasto sullo spiazzo della croce con Rocco Rega ed i fedeli in preghiera, è ripartito, seguito da sguardi di apprezzamenti e congratulazioni, per un’altra missione di soccorso, mentre San Mango è ritornata ad immergersi nelle celebrazioni in onore del suo Santo Patrono a cui i fedeli, con accorata preghiera, hanno affidato la pronta guarigione di Andrea e la salute di tutti i giovani del paese.

Salerno: raffica di avvisi di pagamento per sanzioni autovelox

Estate calda per diversi automobilisti salernitani sollecitati con avviso pre ruolo a pagare, entro dieci giorni, contravvenzioni al codice della strada triplicate nell’importo originario con sanzioni e spese aggiuntive. Prima di iscrivere al ruolo le somme, il comando di polizia municipale di Salerno ha inviate richieste di regolarizzazione della posizione a tutti gli automobilisti raggiunti già da notifica del verbale di violazione al codice della strada. Con lo stesso avviso l’ufficio contravvenzioni dei vigili urbani invita, altresì, chi ritiene di non dover pagare la sanzione di fornire la documentazione utile a dimostrare il non dovuto versamento delle somme richieste. Il tutto, ancora una volta, entro dieci giorni dal ricevimento dell’ultimo avviso pre-ruolo. Cioè, o si paga oppure si presenta una provata richiesta di sgravio a mezzo fax o via mail agli indirizzi indicati. Trascorsi i 10 giorni, e comunque entro e non oltre il 24 agosto 2012, le somme non riscosse o non oggetto di richiesta di annullamento saranno iscritte a ruolo o all’invio di ingiunzione fiscale per l’importo dovuto aumentato da ulteriori maggiorazioni. A questo punto al cittadino sanzionato non resta altro che pagare e basta. Non ha alternative. Anche perché se viene a conoscenza di aver commesso un infrazione al codice della strada solo dal ricevimento dell’avviso pre-ruolo e non ha mai ricevuto notifica o avviso di notifica del verbale elevato dai caschi bianchi, può in dieci giorni richiedere ed avere copia del verbale e degli atti di notifica? Purtroppo la cosa appare impossibile in quanto chi ha tentato di avere informazioni telefoniche è stato messo in attesa per diverso tempo senza aver alcuna precisazione, le mail inviate agli indirizzi di posta elettronica indicati non hanno avuto migliore sorta perché il sistema non è riuscito a consegnarle ai destinatari. Della richiesta di annullamento al numero di fax designato non si ha alcun riscontro dopo 10 giorni dall’invio. Nè si ha riscontro di notifica della sanzione elevata. E dopo oltre due anni si chiede di pagare, ad horas, una multa della quale si può non aver più memoria di violazione. Fare ricorso alla multa è un diritto di ogni automobilista. Ma come fare il ricorso per opporsi alla contestazione della multa, se non si hanno gli elementi probatori della sanzione? Se il verbale non è stato notificato al trasgressore entro i termini e le modalità prescritte dalla legge? “L'art. 201 C.d.S. sembra alquanto chiaro circa le modalità di notifica – afferma l’avvocato Alessandro Vitolo - Anche nel processo civile, la notifica presso la casa comunale è l'extrema ratio solo se non va a buon fine la notifica a mani nella persona del destinatario o presso la residenza o domicilio nei soggetti specificamente indicati dalla legge.” E’ giusto sanzionare chi supera i limiti di velocità. Spesso, però, dietro l’autovelox si cela più semplicemente un metodo facile per far cassa e spremere gli automobilisti, sempre più tartassati.

Arte e Concerto tra le stelle sul Monte Tubenna.

Notte di San Lorenzo sul monte Tubenna tra arte e musica. Il Comune di Castiglione del Genovesi in collaborazione con la Pro Loco di San Mango danno appuntamento alle ore 20.00 di venerdì 10 agosto per la presentazione di una personale di Guido Marena, maestro di “digital art”, allestita nei locali della ristrutturata foresteria dell’antica abbazia benedettina dedicata alla Madonna di Tobenna. Alle 21.30, nel cortile interno del monastero, concerto sotto le stelle dell’Ensemble vocale strumentale “Salerno Classica” con una eccezionale rassegna di celebri brani del patrimonio musicale internazionale. A suscitare emozioni sotto un cielo pieno di stelle contribuiranno gli “astri” della Salerno Classica diretta dal maestro Luciano D’Elia con il soprano Anna Pietrafesa, il maestro accompagnatore Stefania Cucciniello, il fagotto Pellegrino Armellino ed il coro di vocalisti formato da Titina Bove, Mimma Cerrato, Rosa Del Galdo, Carmela D’Amato, Giovanna De Santis, Annamaria Pierri, Giuliana Tortora, Amalia Siano, Orlando Santoro, Angelo Stanzione. Armoniose voci e soavi note risuoneranno tra le millenarie mura dell’antico monastero e sul panoramico pianoro del monte Tubenna quasi a ridestare dal loro duro torpore le silenziose rocce della montagna, uniche custodi di arcaiche memorie di un passato di orazioni, canti e suppliche che il pio popolo ha impresse in loro nei secoli scorsi per chiedere alla Madonna di Tubenna la sua intercessione dai mali del mondo terreno. “Il concerto della notte d San Lorenzo – afferma il Sindaco di Castiglione del Genovesi Mario Camillo Sorgente – è l’epilogo della 14esima edizione dell’evento Radici svoltosi dal 6 al 8 luglio scorso. Con questo intenso programma di attività artistiche, culturali, ambientali e popolari allestite sul panoramico pianoro sede dell’antica abbazia benedettina dedicata alla Madonna di Tubenna, si intende valorizzare le caratteristiche ambientali e naturali di una risorsa intercomunale dotata di notevole interesse turistico.” A mezzanotte, in attesa di cogliere l’attimo luminoso di una stella cadente a cui chiedere l’avverarsi di un sogno, la poetessa Angela Furcas dedicherà al magico momento della notte di San Lorenzo emozionanti e stimolanti rime. Con il brindisi finale con calici di stelle, innanzi al medioevale varco d’ingresso del monastero, calerà il sipario sulla manifestazione artistica, permettendo al silenzio della notte ed al buio delle tenebre di impadronirsi del panoramico pianoro del monte Tubenna per regalare agli innamorati delle stelle seducenti ed esaudenti esplorazioni del firmamento.

Assise cittadina a San Mango per la colonia estiva

Convocato il Consiglio Comunale alle ore 19.00 di lunedì 6 agosto 2012, in sessione ordinaria di prima convocazione nell’Aula Consiliare “Elio Sguazzo”. All’ordine del giorno la ratifica della delibera di Giunta 32 del 26/06/2012 avente ad oggetto l’attuazione della colonia estiva 2012 attraverso una variazione al Bilancio di previsione anno 2012 e la istituzione di nuovo capitolo per contributo ad associazione no profit. La Giunta municipale di San Mango, presieduta dal Sindaco Alessandro Rizzo, ha adottato la detta deliberazione per sopperire alla mancata conferma da parte del Piano di Zona del servizio di colonia estiva per il corrente anno e, sulla scorta delle numerose richieste presentate dalle famiglie, per dare continuità all’offerta di un servizio sociale di supporto alle famiglie per la gestione dei propri figli nel periodo estivo. La colonia estiva è stata garantita per tutto il mese di luglio a circa sessanta bambini della scuola elementare grazie alla concessione di un contributo di 3mila euro al progetto “Viviamo il mare 2” dell’associazione di servizi sociali “Incontromano Onlus”.

RACCOLTA DEI RIFIUTI, NUOVE REGOLE A SAN MANGO

Dal 23 luglio cambiano le modalità di conferimento dei rifiuti solidi urbani e si inaspriscono le misure di controllo di esposizione delle frazioni di rifiutoEntra in vigore il nuovo regolamento per la raccolta differenziata approvato dal consiglio comunale di San Mango Piemonte nella seduta del 15 maggio scorso. Col nuovo strumento l’amministrazione, guidata dal sindaco Alessandro Rizzo, mira alla riduzione della produzione di rifiuti ed all’incremento del recupero dei materiali. Ai cittadini si fa obbligo di conferire i rifiuti, dalle ore 21,00 alle ore 5,00, utilizzando esclusivamente i contenitori codificati. Il materiale organico sarà ritirato dagli operatori del servizio di raccolta nei giorni di domenica, martedì e giovedì. L’indifferenziato sarà ritirato il lunedì ed il venerdì, mentre il mercoledì sarà la volta di carta, cartone e plastica. Saranno intensificate anche le misure e le verifiche periodiche del servizio di conferimento e raccolta rifiuti. Alla polizia municipale spetterà procedere mensilmente alla verifica ed al controllo della qualità delle singole frazioni di differenziata smaltite.
“Il nuovo piano di raccolta – informa l’assessore all’ambiente Gianbenedetto Chiurmino – ha la finalità di migliorare la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, tutelare il decoro e l’igiene ambientale, ed incrementare il riciclo dei materiali che può riservarci interessanti risorse economiche di trasferimento. A tal fine l’amministrazione comunale è decisa a reprimere con atti e sanzioni, chi viola le norme sulla corretta gestione del ciclo integrato dei rifiuti. “

Finanziato il progetto "Parola ai Migranti 2" del Piano di Zona S2

“Parola ai migranti”: atto secondo. Soddisfazione al Piano Sociale di Zona Ambito S2 (Irno/Picentini, Comune capofila Baronissi) per l’approvazione del progetto “Parola ai Migranti 2”: l’idea progettuale valutata dal Ministero dell’Interno, a valere sui fondi (FEI) per l’integrazione di cittadini dei Paesi, con un finanziamento pari a E. 238. 500. Tra i primi nella graduatoria nazionale, precisamente al terzo posto, il progetto riprende e valorizza il percorso rivolto agli immigrati nel territorio, a cura delle istituzioni locali interterritoriali. Saranno realizzate azioni per l’integrazione culturale e linguistica, attivando corsi di alfabetizzazione alla lingua italiana di II e II livello (A1 e A2). Inoltre, saranno attuate attività di educazione civica, per la conoscenza del sistema costituzionale del nostro Paese. Ampio e qualificato il partenariato che concorrerà allo sviluppo dell’iniziativa: il Piano Sociale di Zona Ambito S2 (soggetto capofila), i Piani Sociali di Zona S1, S4, S8; l’Università degli Studi di Salerno (Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione); la Scuola Secondaria di Primo Grado “San Tommaso” (Mercato S. Severino); il Centro Territoriale Permanente EDA (Educazione per Adulti); la Cooperativa Sociale/Ente di Formazione Formap; l’Associazione “La Tenda” Centro di Solidarietà. “Questo ulteriore progetto, che il Ministero dell’Interno ha positivamente valutato, inserendolo nei primi posti della graduatoria nazionale, non solo premia la capacità istituzionale e tecnica di far rete, ma è, altresì, un riconoscimento di alto valore alla coesione sociale ed interculturale del nostro territorio”, ha commentato il Sindaco del Comune di Baronissi, capofila del Piano Sociale di Zona, Giovanni Moscatiello. Analoga soddisfazione si registra negli’ambienti della Prefettura di Salerno, la quale ha coordinato e promosso, con estrema cura, le azioni informative per la valorizzazione delle opportunità finalizzate all’integrazione sociale.

L'amministrazione vara la soluzione per riorganizzare la colonia estiva per ragazzi.

Assicurata la colonia estiva ai ragazzi con una variazione al bilancio di previsione 2012. La Giunta municipale di San Mango, presieduta dal Sindaco Alessandro Rizzo, ha inteso istituire un nuovo capitolo di bilancio per dare continuità all’offerta di un servizio sociale di supporto alle famiglie per la gestione dei propri figli nel periodo estivo. La deliberazione è stata presa per sopperire alla mancata conferma da parte del Piano di Zona del servizio di colonia estiva anche per il corrente anno. Sulla scorta delle richieste presentate dalle famiglie e sull’esperienza già fatta nello scorso anno, l’amministrazione comunale ha inteso garantire le attività estive per i bambini con la concessione di un contributo di 3mila euro al progetto “Viviamo il mare 2” dell’associazione di servizi sociali “Incontromano Onlus”.
“Sono diversi anni che il Comune organizza con il Piano di Zona la colonia estiva per i minori – conferma Alessandro Rizzo - Visto che è nostra specifica volontà assicurare servizi sociali soprattutto alle fasce più deboli e bisognose, abbiamo ritenuto dare continuità ad una prestazione nonostante il grave periodo di crisi e di risorse impone un rigido controllo della spesa.”

Giovedì 19 luglio 2012, ore 11, Roberto Pellechia presenta nei Saloni di Palazzo Sant’Agostino a Salerno il suo ultimo libro “Le 100 meraviglie del Cilento e Vallo di Diano”

La nuova guida turistica del medico Roberto Pellecchia, edito da Officine Zephiro nella collana Cart&guide, consta di 304 pagine, 450 immagini, 100 schede, 1 mappa turistica allegata. Dopo i fortunati libri "Le 100 spiagge della Costiera Amalfitana" e "Spiagge, cale e borghi della Costa del Cilento", dopo aver quasi raggiunto la ragguardevole cifra di 100.000 iscritti al gruppo Facebook Costa del Cilento ed essere stato insignito nel 2010 del prestigioso Premio Leucosia, Roberto Pellecchia presenta "Le 100 meraviglie del Cilento e del Vallo di Diano" Il libro è strutturato in 100 schede, che illustrano le bellezze artistiche, naturalistiche e culturali del Cilento e del Vallo di Diano, più 6 eventi culturali. Particolare attenzione è dedicata agli aspetti specifici del territorio quali la storia, l’ambiente naturale, la gastronomia e la tradizione musicale del Cilento e Vallo di Diano, la cui trattazione è stata affidata a docenti universitari e giornalisti di chiara fama. Insieme all’autore, interverranno alla presentazione: Matteo Bottone, Assessore alla cultura della Provincia di Salerno; Amilcare Troiano, Presidente del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano: Andrea Agostinelli, Comandante della Capitaneria di Porto di Salerno; Bruno De Conciliis, della Casa vinicola De Conciliis; Fernando La Greca, ricercatore di Storia Romana dell’Università di Salerno; Paolo Coscia, Docente di Scienze naturali Gabriele Cavaliere, editore. Modera Antonella Petitti, direttore del giornale on-line Rosmarino News. Dopo il 19 per l’autore avrà inizio un vero e proprio tour su tutto il territorio cilentano per presentare il libro al vasto pubblico di appassionati. Di seguito le prime date: il 26 luglio a Santa Maria di Castellabate, nella XXII Rassegna dell'Editoria Meridionale; il 28 luglio a Gioi Cilento, nella rassegna Storie di Sud, Storie di Cilento; il 3 agosto a San Giovanni a Piro, Cenobio Italo-Bizantino; il 30 agosto a Caprioli, presso la Libreria del Mare a settembre ad Agropoli, nell’ambito di Settembre al borgo.

Saccheggio nella notte al cimitero di San Mango. Rubate le porte di cappelle e rovistato nei locali di segreteria cimiteriale.

Furto di infissi in alluminio dal cimitero di San Mango, divelte porte d’ingresso di sei cappelle e rovistato nei locali adiacenti la camera mortuaria. Il raid, avvenuta nella notte tra venerdì e sabato, è stata portata a termine con destrezza e senza che alcuno possa aver notato qualcosa di insolito nei dintorni del camposanto, visto che la zona è abbastanza isolata e servita da una strada di passaggio poco frequentata. Ad accorgersi del grave atto delinquenziale è stato il vigile urbano Giuseppe Naddeo, recatosi di prima mattina, come di consueto, ad ispezionare la pubblica struttura. Da un primo resoconto i soliti ignoti hanno asportato dal cimitero di San Mango porte a doppio battente da tre cappelle e tre porte a singolo battente da altrettante cappelle funerarie. I ladri hanno scardinato le porte dall’intelaiatura, estratto la guarnizione in plastica bloccante e rimosso i vetri che hanno sistemato garbatamente addossati alle pareti interne delle cappelle profanate. Hanno impiegato anche un po’ del loro tempo per intrufolarsi e rovistare rovinosamente nei locali adibiti a segreteria del personale di custodia del cimitero. Dopo i primi rilievi delal polizia municipale, una dettagliata documentazione è stata inviata dal sindaco alla Procura della Repubblica ed ai Carabinieri di San Cipriano Picentino, che al comando del maresciallo Esposito hanno eseguito un sopralluogo sul posto. «Abbiamo pochi mezzi per sorvegliare la struttura – ammette il sindaco Alessandro Rizzo – Esprimiamo, al momento, solidarietà alle famiglie dei defunti bersaglio di furti e danneggiamenti. Il reato compiuto la notte scorsa è un oltraggio morale che ha tutte le caratteristiche di un furto su commissione. Noi ci siamo attivati da subito per dare il supporto necessario alle forze dell'ordine».

Caritas Diocesana: “Il nostro aiuto ai bambini del Bangladesh” con il progetto Tokai Songho “Essere famiglia, per i bambini delle discariche…”

Giovedì 12 luglio 2012 alle ore 10.30, presso il salone delle Conferenze della Caritas Diocesana di Salerno-Campagna-Acerno, in via Bastioni 4, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del Progetto Tokai Songho, opera a sostegno dei bambini di strada del Bangladesh. Don Marco Russo direttore della Caritas Diocesana, padre Riccardo Tobanelli Missionario Saveriano, impegnato da anni in Bangladesh e la volontaria salernitana Maria Cristina Palumbo, illustreranno ai media la difficile realtà in cui sono costretti a vivere i bambini ai quali la Caritas Diocesana sta cercando di donare una famiglia e soprattutto un futuro diverso. I Tokai sono i bambini di strada del Bangladesh che vivono raccogliendo plastica, carta, stracci o qualsiasi tipo di materiale che possa essere riciclato. E’ un lavoro che porta questi bambini a vivere tra una discarica e l’altra e sui bordi della strade alla continua ricerca di qualcosa che, se pur buttato, abbia un valore minimo che comunque gli permetta di mettere in pancia un pugno di riso. L’età di questi bambini si aggira tra i sei e quattordici anni; sono quasi tutti ‘abbandonati’, raramente orfani. Fin da piccoli si ritrovano a gestire la propria vita in situazioni estreme di degrado fisico e ambientale. Accanto a tutto ciò, devono sopravvivere in un deserto emozionale; l’abbandono, infatti, li indurisce rendendoli spesso incapaci di ricostruire relazioni significative e durature. Le poche relazioni con il mondo degli adulti diventano spesso relazioni ‘contrattuali’ (do ut des): sono quindi spesso vittime di abusi fisici e sessuali. Questa iniziativa di solidarietà, promossa dalla Caritas Diocesana, è sostenuta dalla comunità ecclesiale di Salerno, in particolare dalla Parrocchia del Volto Santo, e da singole persone mediante adozioni a distanza e donazioni libere, chiede il sostegno dei media locali per portare a conoscenza questo triste fenomeno. Per ulteriori info sul progetto Tokai Songho www.caritassalerno.it

Da venerdi 6 a domenica 8 luglio in programma sul monte Tubenna la 14esima edizione di Radici.

Al via la 14esima edizione di Radici, annuale appuntamento culturale, ambientale, artistico ed enogastronomico che richiama gli amanti della natura e della montagna a trascorrere tre serate, da venerdi 6 a domenica 7 luglio, sul panoramico pianoro del Monte Tubenna. Una tre giorni ricca di avvenimenti e manifestazioni (spettacoli musicali e teatrali, esibizioni canore e di danza, voli dimostrativi e gare nazionali di parapendio, stand artigianali e degustazione di prodotti tipici) organizzata dal Comune di Castiglione del Genovesi con la collaborazione dell’associazione di volontariato “Impegno e Solidarietà” e della limitrofa Pro Loco di San Mango Piemonte. Sarà il sindaco Mario Camillo Sorgente ad avviare l’inteso programma di attività dell’evento con la presentazione, alle ore 18.30 di venerdì, dei lavori di ristrutturazione eseguiti alla parte anteriore dell’antica abbazia benedettina dedicata alla Madonna di Tobenna, a cui farà seguito introduzione al convegno “Radici e popolazione a confronto” in cui il sindaco di Castiglione ed il sindaco di Calvello (Potenza) Tonino Calicchio condivideranno storia e cultura di due piccole comunità coadiuvati dalle relazioni dei professori Francesco Villani e Nicali Lisanti, e dagli interventi di Antonio Iannone, vice presidente della Provincia di Salerno, e del Sen. Gianpaolo D’Andrea, sottosegretario ai rapporti col parlamento. La prima giornata di Radici si chiuderà con un recital di musiche e canti popolari a cura del gruppo folcloristico “Li paisan”, ed una degustazione di prodotti tipici locali. La seconda giornata sarà dedicata ai voli dimostrativi in parapendio e deltaplano degli Angel Fly Team, proseguirà nella serata con un recital di poesie a cura di Angela D’Acunto e Valeriano Forte, e si concluderà con lo spettacolo dei Tamorrassia, gruppo di musica popolare, accompagnato da prelibatezze enogastronomiche locali. Il programma delle iniziative di domenica mattina, invece, è caratterizzato da dimostrazione speleo alpine, voli dimostrativi e gare di parapendio. Alle 12.30 è previsto il pic-nic a cura dell’Associazione “Impegno e Solidarietà”, a cui seguiranno gare di volo libero di precisione e cerimonia di premiazione. Appendice ferragostana di Radici è il concerto della notte di San Lorenzo programmato alle ore 21.30 del prossimo 10 agosto. Splendido scenario degli eventi in programmazione è il panoramico pianoro del monte Tubenna da cui lo sguardo può spaziare dalle limitazioni montuose della valle del Sele, a sud, all’intero golfo di Salerno, fino alle catene montuose della costiera amalfitana e della valle dell’irno, a nord. Da questo sito, in cui penetrano le radici dei picentini di Castiglione del Genovesi, San Mango Piemonte e San Cipriano Picentino, e dai diversi momenti di questa manifestazione, denominata non a caso “RADICI”, giungono nuove idee per il territorio. Idee che, come auspicato dagli organizzatori, vedano il territorio come risorsa e favoriscano azioni e strategie nella terra dell’abate Antonio Genovesi, decantata da Jacopo Sannazaro, nel suo poema Arcadia. Il Tubenna è visto come perno di un territorio intercomunale intorno al quale far ruotare lo sviluppo locale. Un monte che, per le sue caratteristiche naturali ed ambientali, ben si inserisce tra gli altri siti picentini di notevole interesse turistico, e che, per risorse e posizione, può esser volano di una nuova ed interessante economia per il territorio.

Camera di Commercio di Tripoli ospite di ItalAfrica: incontri e visite ad aziende italiane

Missione in Italia della Camera di Commercio di Tripoli. Da mercoledì 4 luglio Farag M. M. Sheftry, Presidente del comitato delle PMI e membro del consiglio amministrativo della Camera di Commercio e dell’Industria di Tripoli, incontrerà le imprese interessate ad internazionalizzare le proprie attività nella Libia del post conflitto. Previste, inoltre, visite guidate di approfondimento in alcuni stabilimenti produttivi. La missione dell’esponente libico rientra nelle iniziative di cooperazione culminate con la sottoscrizione a Tripoli, lo scorso 27 maggio, del protocollo di intesa tra Camera di Commercio di Tripoli e Camera di Commercio ItalAfrica Centrale giunta in Libia a capo di una folta delegazione di imprese italiane. Il documento, sottoscritto dal Presidente ItalAfrica Alfredo Cestari e Presidente CamCom Tripoli Khalli Masoud Mahfud, è consultabile e scaricabile dal sito www.italafricacentrale.com “Per questa missione istituzionale della Camera di Commercio di Tripoli abbiamo organizzato una serie di incontri e di visite guidate presso le aziende che, già all’indomani del rientro dalla missione in Libia, espressero il desiderio di approfondire i contatti con il settore privato di Tripoli”, dice l’ing. Cestari. “Entro l’anno ItalAfrica aprirà a Tripoli un proprio ufficio di supporto alle iniziative degli imprenditori italiani”. La Camera di Tripoli è la più antica ed importante organizzazione libica di settore a cui sono associate oltre 40.000 imprese. Mira a sviluppare le relazioni pubbliche e private, favorisce missioni economico-imprenditoriali, fornisce consulenze giuridiche ed economiche ed è in possesso del database completo di tutto il settore privato libico “che mette a disposizione delle esigenze delle imprese italiane”, continua Cestari. Nell’ambito della più generale strategia di tutela e sviluppo delle azioni imprenditoriali italiane in Libia, l’intesa sugella la collaborazione tra ItalAfrica ed il più rappresentativo ente del settore privato nella verifica delle opportunità di investimento e relazioni commerciali. Le imprese italiane riceveranno supporto nella ricerca di partner locali e nell’attivazione di joint-venture. ItalAfrica si è impegnata a supportare la Camera di Tripoli nello sviluppo di progetti locali finalizzati al radicamento del settore privato migliorando la formazione specialistica al fine di diminuire il tasso di disoccupazione e di incremento delle iniziative di giovani imprenditori. Il programma dalla Camera Commercio ItalAfrica Centrale prevede: mercoledì 4 luglio - Incontro con le aziende dell’area napoletana in sede (ore 9.30, Centro direzionale); alle ore 12 incontro con mondo imprenditoriale della Valle dell’Irno presso la BCC di Fisciano (Salerno) e, a seguire, visita ad aziende di Grottaminarda (Avellino). Giovedì 5 luglio – Visita ad aziende di Viggiano-Villa d’Agri (Potenza), Polla e Buccino (Salerno). Venerdì 6 luglio – Incontro con aziende lombarde ed emiliano romagnole in sede ItalAfrica Milano (ore 10, Corso Sempione 32/B).

Workshop sui bandi del piano di sviluppo rurale alle ore 16.30 di giovedì 28 giugno nell’aula consiliare del comune di San Mango Piemonte.

L’incontro informativo sulle misure 311, 312, 323 è stato promosso dal Sindaco Alessandro Rizzo in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo Locale del GAL Colline Salernitane. “L’iniziativa è finalizzata ad illustrare ad imprese ed operatori le modalità di accesso ai bandi PSR Regione Campania – informa Rizzo – La riapertura dei bandi è una grossa opportunità di sviluppo per il territorio per cui l’amministrazione si deve adoperare a fare informazione e formazione.” Al seminario informativo e di approfondimento sulle misure di sostegno, sviluppo, tutela e riqualificazione delle imprese e del patrimonio rurale, interverranno Paolo Russomando, presidente GAL Colline Salernitane, Claudio Romano, direttore GAL, ed i consulenti dell’agenzia di sviluppo locale.

SAN MANGO PIEMONTE: DA SABATO 24 GIUGNO RIAPRE LA VILLA COMUNALE.

L’amministrazione Rizzo restituisce alla fruizione dei sanmanghesi un luogo centrale di incontro e socializzazione dopo oltre un anno di chiusura. “La villa riapre dopo averla chiusa perché destinata a cantiere – conferma il sindaco Alessandro Rizzo - Siamo rimasti vittima di una delle tipiche storture delle procedure di affidamento dei lavori pubblici. Sulla villa abbiamo indetto una gara d'appalto per il completamento di un ulteriore lotto funzionale. L'impresa che si è aggiudicata i lavori, invece di iniziare nei termini fissati dal direttore dei lavori, ha disertato il lavoro e siamo stati costretti ad optare per la risoluzione contrattuale.” La nuova villa comunale, progettata dall’ufficio tecnico comunale diretto dall’Arch. Fabio Peluso, fu inaugurata dall’amministrazione Napoletano in fretta e furia nel marzo 2008, a pochi giorni dalla campagna elettorale. Fu richiusa, dopo pochi giorni dall’insediamento, dalla nuova amministrazione Rizzo per consentire il completamento dei lavori di messa in sicurezza della struttura. Per l’ampliamento e la creazione di percorsi naturalistici nel principale spazio verde destinato allo svago dei cittadini, realizzato su un’area di 5000 m.q. con un finanziamento di circa 360mila euro (oltre IVA al 10%) di Fondi Regionali, sono previsti ulteriori 150mila euro di Fondi Regionali. “Adesso abbiamo indetto ed espletato la nuova gara – continua il primo cittadino Alessandro Rizzo – Un’altra impresa si è aggiudicata i lavori che, sempre per i tempi della procedura, che impongono di far trascorrere 35 giorni dall'affidamento del lavoro alla firma del contratto, non potrà iniziare i lavori prima di settembre. A questo punto abbiamo deciso di utilizzare la struttura nel periodo estivo. Facciamo appello affinché il pubblico spazio sia utilizzato solo per svago e non come luogo di raid ed azioni incivili.”

Dario Nuzzo premiato dal MOIGE per la trasmissione Mukko Pallino

Anche quest’ anno, infatti, MUKKO PALLINO si aggiudica il prestigioso premio del MOIGE - Movimento Italiano Genitori! La fortunata trasmissione di Dario Nuzzo conquista per il secondo anno consecutivo il premio più importante stanziato dall’ Osservatorio Media del MOIGE che dopo un’attenta analisi premia la trasmissione quale format ideale per bambini e famiglie che riesce ad incarnare perfettamente il concetto di edutainment. Collocato anche quest’ anno tra le pagine di "Un anno di Zapping - guida critica ai programmi televisivi 2011-2012", MUKKO PALLINO si posiziona in un panorama televisivo nazionale affiancando i colleghi di RAI e Mediaset. Il 18 Giugno è dunque una data importante per la redazione del format e Dario Nuzzo che, premiato alla Camera, ha voluto dedicare l’ambito riconoscimento ad “una persona per me speciale”. Il giovane creativo salernitano ha infatti ringraziato Luigi Colombo - Direttore Generale Marketing Pubblitalia ‘80 “per la straordinaria sensibilità che ha sempre mostrato nei confronti di un prodotto fatto da giovani”. Una dedica particolare per una personalità abituata a ragionare con emittenti nazionali e con logiche di mercato “ma che ha sostenuto il progetto di MUKKO PALLINO considerandolo un prodotto di qualità degno di un’ emittente generalista”. Parole queste non nuove a Dario che si è meritato lo stesso plauso già lo scorso anno proprio dal MOIGE.

Disagi per il pagamento dell'IMU con modello F24 semplificato

Code agli uffici postale per il pagamento della prima rata dell’imposta municipale unitaria. Per la scadenza dell’acconto, fissata per lunedì 18, si preannunciano oltre che file estenuanti e caos nel pagamento dell’IMU. Colpa del modello di pagamento F24 semplificato che se supera i quattro righi compilati non è accettato allo sportello in quanto il sistema informatico delle poste accetta solo quattro righi per modello di versamento. Nei giorni scorsi diversi contribuenti sono stati invitati a riscrivere i modelli. E’ sempre più disagevole il pagamento della nuova tassa sulla casa. Secondo un sondaggio realizzato attraverso la rete dei Centri di assistenza fiscale il 40% circa dei proprietari di immobili potrebbe decidere di non versare entro lunedì la prima rata dell’Imu. Le difficoltà dei modelli di pagamento si vanno ad aggiungere alle motivazioni di ordine economico e di pressione fiscale di coloro che potrebbero non rispettare la scadenza. Eppure tra le motivazioni di approvazione del modello di versamento F24 semplificato, si legge che esso risponde all’esigenza di agevolare gli adempimenti dei soggetti che devono effettuare i versamenti di alcune tipologie di entrate a favore dell’Erario, delle Regioni e degli Enti locali, utilizzando un modello semplificato che si compone di un’unica pagina, e che, per le sue caratteristiche (mono pagina), il nuovo modello si presta anche alla postalizzazione da parte dei Comuni delle richieste di pagamento dell’IMU e consente agli operatori di ottenere un risparmio dei costi per la carta e per l’archiviazione. Nel provvedimento è stabilito altresì che il nuovo modello, con 10 righi di compilazione, è utilizzabile dal 1° giugno 2012 e dalla medesima data è soppresso il modello “F24 predeterminato” per l’esecuzione dei versamenti dell’imposta comunale sugli immobili. E’ questo l’ennesimo esempio di un’Italia reale ed un’Italia virtuale. Per lunedì 18 chi paga l’IMU è bene che controlli i modelli di versamento ed eventualmente provvede a riscriverli su modelli con non più di quattro righi.

Promozione turistica: stampa specializzata austriaca in Campania

Questo Ente, su incarico dell’Assessorato Regionale al Turismo e ai Beni Culturali, ha curato la partecipazione della Regione Campania alla fiera “International Tourist Board” svoltasi a Berlino lo scorso anno. Nel prosieguo delle azioni di promozione e valorizzazione turistica avviate in occasione dell’evento fieristico, la Delegazione ENIT di Vienna, con la collaborazione organizzativa dell’EPT di Salerno, organizza un press tour in Campania riservato alla stampa nazionale austriaca. Il tour, sponsorizzato da Prima Reisen (importante tour operator austriaco specializzato nell’offerta turistica delle regioni meridionali italiane) toccherà Napoli, Pompei, Sorrento, Capri e la Costa d’Amalfi. Dai contatti intercorsi con le principali redazioni presenti a Vienna è emerso un rinnovato interesse della stampa austriaca verso l’offerta turistica della Campania. Ai 10 giornalisti saranno presentate le bellezze artistiche e paesaggistiche nonchè le peculiarità dell’enogastronomia regionale caratterizzata da piatti celebri e rinomati vini. Lunedì 18 giugno i giornalisti in delegazione visiteranno Amalfi e Ravello; sarà questa un’ulteriore occasione per presentare alla stampa internazionale di settore i grandi eventi in programma nel corso dell’estate 2012 che concorrono ad impreziosire l’attrattività del prodotto turistico. Nel pomeriggio la delegazione visiterà Villa Rufolo ove è previsto un incontro con i vertici della Fondazione Ravello per la presentazione del Festival 2012. Giornalisti partecipanti: Ingrid Bahrer (testata: Kurier); Christoph Hartner (testata: Krone); Sigrid Brandstatter (testata: Oberostereichische Nachrichter); Karl Riffert (testata: Format/Profil); Brigitte Charwat (testata: Traveller); Maria Hohenau (testata: Tip); Ute Baumhackl (testata: Klein Zeitung); Eva Winroither (testata: Die Presse); Tania Paar (testata: Der Standard); Brigitte Lassmann-Moser (testata: Non).

BEATIFICAZIONE di don Mariano Arciero in Contursi Terme -località Tufaro- (SA) 24 giugno ore 18.00

Presiede il Cardinale Angelo Amato prefetto della congregazione delle Cause dei Santi concelebrano i Vescovi della Campania. “La beatificazione del sacerdote Mariano Arciero va vista come una grande grazia che il Signore ha elargito alla nostra Arcidiocesi di Salerno - Campagna - Acerno e, in particolare, al clero. Ci ha testimoniato molte virtù, fra le quali l'amore, l'umiltà, la povertà, la preghiera, l'ubbidienza, la pazienza nella sofferenza” (Monsignor Luigi Moretti). Domenica 24 giugno 2012 alle ore 18.00, in Contursi Terme località Tufaro, Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Angelo Amato, prefetto della congregazione delle Cause dei Santi, delegato Pontificio durante la quale vi sarà il Rito della Beatificazione del Servo di Dio “Don Mariano Arciero”, sacerdote nato proprio a Contursi. A conclusione Ostensione e Venerazione della Reliquia del nuovo Beato. La sua profonda cultura teologica, la conoscenza della S. Scrittura e la preparazione umanistica (tanto da essere chiamato “la biblioteca di Dio”) consentirono a Don Mariano di imporsi all’attenzione di tutto il clero napoletano. Soprattutto colpiva il suo zelo sacerdotale che manifestava nell’insegnamento del Catechismo e nella predicazione con la quale affascinava e conquistava il suo vasto e variegato uditorio. Per far conoscere tutto ciò, l’Ufficio Liturgico Diocesano, l’ufficio Missionario Diocesano, mons. Salvatore Spingi e il comitato don Mariano Arciero hanno predisposto una serie di eventi (dal 17 al 24 giugno) che condurranno al momento solenne della Beatificazione e che alleghiamo al presente comunicato. Per gli operatori dell’informazione è previsto l’accredito per la tribuna stampa previo pass da richiedere a: comunicazioni@diocesisalerno.it; comunicazione@donmarianoarciero.com,. Per chi lo desidera vi è un’offerta di soggiorno, prenotazioni via mail direttamente all’albergo Terme del Tufaro. Per ulteriori info: www.donmarianoarciero.com. In allegato programma della settimana dal 17 al 24 giugno 2012.

Convegno Pastorale Diocesano “Iniziazione Cristiana e Famiglia” l’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno in attesa della relazione finale di S.E. Monsignor Luigi Moretti

“La chiesa è la sposa di Cristo e la madre di ogni credente. Questa chiesa crede e vive credendo” (S.E. Monsignor Giuseppe Mani, convegno diocesano Salerno 2012). Così martedì 5 giugno 2012, S. E. Mons. Giuseppe Mani, Arcivescovo emerito di Cagliari, ha introdotto il tema: “Iniziazione cristiana e famiglia”. La relazione del Prelato, è stata più volte interrotta dagli applausi dei 1500 uditóri presenti presso il Seminario Metropolitano Giovanni Paolo II, in Pontecagnano Faiano (SA), e che hanno risposto presente al primo giorno di lavoro del Consiglio Pastorale Diocesano. Dopo il bagno di folla, il convegno, che continua oggi 6 giugno nelle foranie di riferimento, vive un momento di attesa crescente per l’intervento di domani, 7 giugno, di S.E. Monsignor Luigi Moretti che segnerà di fatto l’inizio di un nuovo percorso per la chiesa che è in Salerno-Campagna-Acerno. Monsignor Luigi Moretti, traccerà la rotta da seguire per il nuovo anno pastorale, il terzo dal suo arrivo a Salerno; "La nostra Chiesa diocesana: prospettive per un cammino", il titolo del suo intervento. Aprirà i lavori Mons. Marcello De Maio, direttore dell’ufficio della pastorale familiare, con una relazione dal titolo: “La famiglia: via per la conversione pastorale delle nostre comunità”.

Vittoria d Amalfi alla 57° Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

57° Regata delle Antiche Repubbliche Marinare Vittoria di Amalfi auspicio per una ottima stagione turistica. La soddisfazione dell'EPT di Salerno. L'Ente Provinciale per il Turismo di Salerno si complimenta vivamente con l'equipaggio di Amalfi e con il Comitato organizzatore della 57esima regata delle Antiche Repubbliche Marinare per la splendida vittoria conseguita nel pomeriggio e, complessivamente, per la ottima riuscita della articolata manifestazione. L'evento, ufficialmente presentato in conferenza stampa nella sede dell'EPT di Salerno ed oggi integralmente trasmesso in diretta Rai su tutto il territorio nazionale sin dalle fasi d'apertura, ha ulteriormente contribuito ad affermare l'immagine di assoluta qualità dell'accoglienza e dell'attrattività turistica della Costa d'Amalfi. La vittoria dell'equipaggio amalfitano nella regata di quest'oggi apre sotto i migliori auspici la stagione turistica estiva.

Convegno Pastorale Diocesano con S.E. Monsignor Luigi Moretti e S.E. Monsignor Giuseppe Mani attese in Seminario oltre 1500 persone nel segno del rinnovamento e della corresponsabilità

Si svolgerà nei giorni 5 e 7 giugno 2012, presso la palestra del Seminario Metropolitano “Giovanni Paolo II”, dalle ore 18.30 alle ore 21.30 e nel giorno 6 giugno in ogni Forania dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno dalle ore 18.00, il secondo convegno pastorale fortemente voluto da S.E. Monsignor Luigi Moretti. Nel primo giorno relazionerà S. E. Mons. Giuseppe Mani, Arcivescovo emerito di Cagliari, che introdurrà il tema “Iniziazione cristiana e famiglia”. Argomenti cardini del prossimo anno pastorale, che vedrà la chiesa locale proiettata verso un indispensabile rinnovamento per divenire sempre più compagna di viaggio per l’uomo contemporaneo. Il futuro non può ripartire se non da un pensiero rivolto al passato: “Un anno di cammino insieme”, relazionerà don Biagio Napoletano, vicario episcopale per il coordinamento della pastorale. Mercoledì 6 giugno, nel segno della corresponsabilità, saranno protagonisti indiscussi del convegno i laici, che nelle proprie Foranie (è stimata una presenza di oltre 3000 persone) discuteranno sulle prime relazioni e daranno vita a laboratori esperienziali, le cui relazione finali saranno inviate al gruppo di lavoro centrale per la condivisione finale. Mons. Marcello De Maio, direttore dell’ufficio della pastorale familiare, aprirà l’ultimo giorno di convegno, riportando anche l’esperienza vissuta nel recente congresso mondiale sulla famiglia a Milano. “La famiglia: via per la conversione pastorale delle nostre comunità” è il titolo del suo intervento. S. E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, traccerà la rotta da seguire per il nuovo anno pastorale, il terzo dal suo arrivo a Salerno, "La nostra Chiesa diocesana: prospettive per un cammino".